Arbitri, la sezione agrigentina chiude la stagione con la promozione di Costanza

Coronata un'annata che lo ha visto anche protagonista nella direzione di gara della finale di Coppa Italia femminile tra Juventus e Fiorentina

Antonino Costanza

Alla fine della stagione agonistica dei vari campionati di calcio italiani, per il movimento arbitrale arriva il momento di tracciare un bilancio. Quello della sezione di Agrigento, non può che essere positivo. La rosa dei fischietti agrigentini, si fregia infatti di una nuova presenza nella CAN Pro: l’arbitro Antonio Costanza, corona una stagione brillante, che lo ha visto anche protagonista nella direzione di gara della finale di Coppa Italia femminile tra Juventus e Fiorentina, con l’approdo nei campionati professionistici.

Costanza è l’unico arbitro effettivo tra i professionisti della provincia di Agrigento. Si aggiunge ad Antonino Alesi, osservatore arbitrale in Serie A, a Rosario Perrone, osservatore in Serie B, a Luigi Castiglione, osservatore in Serie C e all’assistente Antonio Lalomia.

Quella di Costanza, non è l’unica promozione tra gli arbitri agrigentini. In Serie D arrivano l’arbitro effettivo Carlo Virgilio e l’assistente Manfredi Scribani. In questa categoria, la presenza è abbastanza folta. Ne fanno parte gli assistenti Piero Bennici, Davide Mongiovì, Marco Campanella, Piero Cumbo, Francesco Bentivegna e l’’osservatore Antonino Sciabbarrà. Francesco Sodano è riconfermato osservatore arbitrale nei campionati nazionali interregionali.

La sezione di Agrigento, entra anche nel palcoscenico del Calcio a 5 che conta, grazie alla promozione di Vincenzo Lo Presti.

“Oggi - spiega il presidente della sezione, Calogero Drago - raccogliamo i frutti di anni di sacrifici. Voglio complimentarmi con i nostri ragazzi promossi nelle categorie nazionali superiori perché ogni loro successo rappresenta l’unica enorme soddisfazione di un intero movimento arbitrale. Ma un “grazie” particolare, sento di rivolgerlo a chi, dopo tanti anni, viene dismesso dalle varie categorie nazionali. Nella nostra famiglia ci sono tante occasioni per continuare a dedicare se stessi con lo stesso amore e la stessa passione dimostrata fino ad oggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento