Un agrigentino trionfa nel torneo di bodybuilding, Antonio Cacicia: "Dietro una vittoria tanti sacrifici"

Primo posto e vittoria per l’agrigentino che porta a casa un titolo regionale, 1 classificato categoria Easy

Antonio Cacicia ed il suo staff

Una dedica speciale, una gara vinta ed un percorso sportivo nato per "colpa" di un destino fin troppo beffardo. Lui, è Antonio Cacicia, fresco di vittoria al trofeo del Sud, torneo di bodybuilding. Primo posto e vittoria per l’agrigentino che porta a casa un titolo regionale, 1 classificato categoria Easy. 

“Per me è stata una bellissima esperienza, emozionante - ha detto Antonio Cacicia. Mi aspetta, spero, un lungo percorso di crescita, sono agli inizi ma ho voglia di superarmi. Questa vittoria, per me, è un ottimo punto di partenza. Non nascondo che ogni giorno, da qualche tempo, faccio tanti sacrifici. Dietro c’è un allenamento fisico e mentale, importante. Da quando ho iniziato questo percorso, sono tante le rinunce. Esempio? Io seguo un’alimentazione diversa dai miei amici. A volte loro mangiano qualcosa che io, al momento, non posso concedermi. La vittoria di domenica è stata il coronamento di un piccolo sogno, ma adesso arriva il bello. Voglio ringraziare chi, mi è stato vicino. Un grazie soprattutto, alla mia ragazza che presto diventerà la mia futura moglie, Jessica Caminita. Lei, mi è stata vicina in ogni momento, ha assecondato ogni mio sacrificio ed ogni mia rinuncia. Ringrazio la mia personal trainer, Giusy Caputo. Lei è una campionessa, ha seguito il mio percorso passo dopo passo. Vorrei anche ringraziare la palestra di Siculiana, la Muscle e Fitness di Paolo Spataro".

Cacicia dedica la vittoria a suo padre, morto 4 anni fa. "Questa per me è una nuova vita, ho intrapreso questo percorso quando ho perso mio padre, ovvero quattro anni fa. Lui per me era tutto. Ero molto legato alla sua persona, la sua perdita ha scattato qualcosa di forte dentro di me. Volevo mettermi in gioco, superare me stesso, da lì in poi è stato tutto un divenire. Ho intrapreso questo percorso da quando mio padre non c’è più, ovvero quattro anni fa. Ero molto legato a mio padre, la sua perdita mi ha portato ad affrontare un percorso dove dovevo mettere in gioco me stesso. E’ stato percorso qualcosa di indescrivibile. Vorrei precisare, però, che nessuno può improvvisarsi. Chiunque sceglie di dare vita a questo cammino, deve farlo in modo corretto e meticoloso. Io, ho anche avviato una mia attività, la Bodypower Nutrition. Serve attenzione ed esperienza. Il mio sogno è quello di conquistare tanti trofei, sempre basandomi sulla mia umiltà".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Mafia

    "Violò la sorveglianza per andare nella pescheria del fratello ma era in buona fede", assolto il boss Messina

  • Cronaca

    Mamma e neonato cadono in casa: polizia scorta il piccino ferito alla testa fino all'ospedale

  • Cronaca

    Schiacciato dal trattore mentre ara la sua terra: muore un pensionato

  • Cronaca

    "Volevo fare pace e mi ha scaraventato giù dalle scale", il racconto dell'aggressione

I più letti della settimana

  • Colta da un malore improvviso: muore dirigente scolastico di Palma di Montechiaro

  • Schiacciato dal trattore mentre ara la sua terra: muore un pensionato

  • Piero Barone canta a Tokyo, "Il Volo" top nella classifiche in Giappone

  • Parroco di Lampedusa "sfida" via Twitter Salvini: "Ti affido alla Madonna di Porto Salvo"

  • La patente NCC: cos'è e come si ottiene

  • Mozzarelle, salumi e pane ... ma anche polpi, seppie e spada trasportati in modo sbagliato: raffica di multe

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento