L'Akragas dice no al Gela, Di Giacomo: "Niente stadio, ci scusiamo"

Il club biancazzurro tramite nosta stampa si scusa con i dirigenti gelesi che hanno chiesto la disponibilità dell’impianto di gioco

Foto archivio

Lo stadio "Esseneto" di Agrigento non potrà ospitare la partita  Gela – Gladiator, in programma domenica pomeriggio. Il club biancazzurro tramite nosta stampa si scusa con i dirigenti del Gela che hanno chiesto la disponibilità dell’impianto di gioco, come campo neutro, per la sfida del campionato di Serie D.

Il direttore generale Nino Di Giacomo afferma: "Ci dispiace tantissimo non poter aiutare e venire incontro alle esigenze logistiche della società del Gela, ma lo stato di salute del manto erboso dello stadio 'Esseneto' non è ottimale e necessita di una continua e meticolosa manutenzione. La partita di domenica prossima ne potrebbe peggiorare le condizioni, come ci hanno anche riferito i responsabili della ditta che cura la manutenzione del terreno di gioco. Domenica, inoltre, è prevista pioggia su Agrigento e il manto erboso, con la partita in corso, potrebbe subire gravi danni. L’Akragas sarebbe poi costretta ad allenarsi in un altro impianto di gioco in attesa degli interventi necessari per rimettere in sesto il manto erboso dell’Esseneto. Per questi principali motivi si è deciso, a malincuore, di non accettare la richiesta del Gela, che ringraziamo per la collaborazione e al quale auguriamo le migliori fortune calcistiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento