Akragas, Pino Rigoli: «Premio? Lo dedico a mio padre, sono un rompiscatole»

L'allenatore dell'Akragas ha da poco ricevuto il premio come migliore tecnico dell'anno. Un premio che il mister biancazzurro ha voluto dedicare ai suoi affetti

Pino Rigoli

L'Akragas del presente è targata Pino Rigoli, sul futuro oggi non v'è certezza. Prima conferenza stampa della settimana e prime incursioni sul futuro biancazzurro. L'allenatore si gode la salvezza, ma anche il premio come miglior tecnico dell'anno: "Dediche? Ovviamente a mio padre. Non mi ha lasciato molto, ma se oggi sono così lo devo a lui. Dedico tutto questo anche alla mia famiglia, ai miei figli, ed alla mia compagna. Il punto più alto della mia carriera? Non so se è questo, sono un rompiscatole, uno che non si accontenta mai, sono un ambizioso". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rigoli e l'Akragas, un amore risbocciato in inverno, ma sul futuro l'allenatore risponde così: "Se dovessi avere qualche proposta, l'Akragas sarebbe la prima a sapere. Club di serie B? Chi non accetterebbe. Ma è prematuro parlare di questo, il mio obiettivo era salvare questa squadra, adesso pensiamo a finire bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento