Calcio a 5, la Futsal in crisi d'organico pronta per il Mabbonath

Saranno infatti 5 gli assenti: Martines, Cottone, D’Amico, Francolino e Daino. Questo obbligherà il mister akragantino ad una ridottissima rotazione degli uomini in campo

La formazione dell'Akragas Futsal

Ritorna dopo la sosta la serie B di calcio a 5, con per la terza giornata di ritorno. Per l’Akragas Futsal trasferta a Palermo dove affronterà la Mabbonath seconda forza del campionato. Una partita che si preannuncia durissima quella del Palaoreto per i biancazzurri che arriveranno alla sfida con i neroverdi falcidiati da squalifiche ed infortuni.

Saranno infatti 5 gli assenti: Martines, Cottone, D’Amico, Francolino e Daino. Questo obbligherà il mister akragantino ad una ridottissima rotazione degli uomini in campo e alla convocazione di tanti giovani delle under. Tranquillo, tuttavia l’ambiente all’ombra dei Dioscuri, dove vi è la consapevolezza che tutti daranno il massimo per onorare la difficile trasferta palermitana. Arbitri dell’incontro i signori Caruso di Messina, Pagano di Catania e Giglio di Palermo, fischio di iniziò programmato per le 16.

Completano la terza giornata di ritorno le sfide tra: Agriplus - Regalbuto; Arcobaleno - Cataforio; Assoporto - Catania; Polistena - Mascalucia e Futura - Real Parco.

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Come organizzare le pulizie al rientro dalle ferie estive

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

  • Il caffè è buono e fa bene

I più letti della settimana

  • Due colpi di pistola contro il balcone di casa di un disoccupato, aperta inchiesta

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

  • Incidente: auto si ribalta lungo la strada per Joppolo, 13enne in gravi condizioni

  • Pistola in pugno rapinano l'ufficio postale, in fuga due criminali

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento