Niente "saudade" per Bruno Vicente, lavoro ed umiltà: "Akragas? Pronto a rimanere"

Vicente ha fatto parte della "tempesta" di casa Parma, poi la nuova avventura ad Agrigento. A schermo davanti la difesa, lì a recuperare palloni fermando chi ha voglia di far male all'Akragas

Bruno Vicente è il primo brasiliano biancazzurro di sempre, l'Akragas ed Agrigento sono diventati in poco tempo una nuova  e bella dimensione.

Ventisette anni, di Cruzeiro do Sul, Vicente è la nuova rivelazione del girone di ritorno. Con Nicola Legrottare il centrocampista non era imprescindibile, con Pino Rigoli la storia è cambiata. Niente" saudade" per il verdeoro, ma solo tanto lavoro e tanta fatica.

Vicente ha fatto parte della "tempesta" di casa Parma, poi la nuova avventura ad Agrigento. A schermo davanti la difesa, lì a recuperare palloni fermando chi ha voglia di far male all'Akragas.

Tirri lo convinse e lui oggi non è per nulla pentito dell'esperienza agrigentina. Bruno Vicente a "Solo Akragas" è stato chiaro: "Rimanere? Sarebbe bello". 

Faccia pulita e voglia di dare sempre il massimo, il brasiliano afferma: "Sono molto grato all’Akragas. Il fallimento del Parma mi ha spiazzato. Vorrei ripartire con l’Akragas e fare parte di questo progetto. La mia intenzione è quella di rimanere". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sfonda il tetto del capannone e precipita da più di 10 metri: 29enne in gravi condizioni

  • Trova cellulare e lo consegna al Comune, finisce a processo per ricettazione: assolto

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • Chiusero una veranda con vetri scorrevoli, il Tar: "Non è abuso, non produce volume"

  • La campionessa Federica Pellegrini sceglie borse made in Ravanusa

  • Maxi tamponamento lungo la statale 640: traffico in tilt

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento