Akragas, Silvio Alessi: "Sto pensando di lasciare, sono deluso"

Il patron: "Io ho creato questo giocattolo, Giavarini è assente. Oggi non vedo nell'ambiente un minimo di gratitudine nei miei confronti"

Il patron dell'Akragas, Silvio Alessi

Il presidente del Cda dell'Akragas, Silvio Alessi, parla dopo il pareggio interno contro il Messina. "Forse questa è la mia ultima conferenza stampa - ha detto il patron - dopo cinque anni sto pensando a lasciare. Io ho creato questo 'giocattolo', Giavarini è assente. Oggi non vedo nell'ambiente un minimo di gratitudine nei miei confronti". Alessi è visibilmente deluso per quanto sta accadendo all'interno della dirigenza.

"Ho letto delle offese pesanti nei miei confronti, ma non è questo. Giavarini? Non c'è, è in giro per lavoro, qui siamo soltanto io Peppino Tirri, Salvatore Catania e qualche altro. Mi sento amareggiato, se io dovessi andare via rimarrei sempre socio. Io penso che la squadra non è sarà allo sbando, prima di fare qualsiasi passo cercheremo di fare qualcuno che abbia la volontà di fare calcio. L'entusiasmo? Lo si crea spendendo 5milioni di euro, fare una squadra per la vetta della classifica, solo così la città sarà contenta. Noi - dice Alessi - non abbiamo mai perso in casa, abbiamo fatto un'ottima partita a Matera. La squadra? Sono tutti in discussione, martedì parlerò con tutti. In serie D abbiamo speso più di quanto stiamo spendendo adesso, avevamo una 'Ferrari' quindi lo stadio era sempre pieno. In questi giorni sui social ho letto offese pesantissime, anche e soprattutto a livello personale. Io ho dato tutto per l'Akragas, le offese mi hanno deluso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento