Il Circolo Tennis Agrigento promosso in D2, la soddisfazione del presidente Spampinato

Bastava una sola vittoria contro il Queen’s Mazara, presentatosi in formazione rimaneggiata, e il punto è arrivato grazie alla vittoria di Lorenzo Di Salvo

Collura Di Salvo Chiaramonti

Il match di ritorno della finale dei play-off, disputato a Mazara del vallo contro il locale Queen’s, è stato poco più di una formalità dopo il netto successo casalingo di domenica scorsa conclusosi con il punteggio di 4 a 0.

Bartolomeo Collura (capitano), Marco Chiaramonti, Carmelino Sacco e Lorenzo Di Salvo sono gli artefici di questa promozione che riporta il CT Agrigento in una categoria più consona ai fasti di una volta quando sotto gli impulsi e le direttive del maestro Massimo Castagna e del prof. Pippo Miccichè, i ragazzi e le ragazze agrigentini si facevano onore sui campi di tutta la Sicilia.

“Questo è solo il primo passo – ha dichiarato il presidente del circolo Pippo Spampinato – la D2 deve essere solo un passaggio, perché le nostre ambizioni non si fermano qui e vogliamo nel giro di qualche anno portare la squadra in serie C e partecipare al massimo campionato regionale.

Per il momento ci godiamo questo successo e mi sento di rivolgere un grazie soprattutto agli atleti, al segretario Vincenzo Barba, al nostro socio factotum Pippo Ippolito e a tutti i soci che a vario titolo hanno contribuito a questo successo.

Fra pochi giorni – ha concluso Spampinato – parte il campionato autunnale e anche in questa competizione aspiriamo a conquistare la promozione in serie C.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento