Il Circolo Tennis Agrigento ad un passo dalla promozione in D2

Dopo la netta vittoria nel match di andata, a Collura e compagni basterà conquistare un solo incontro nel match di ritorno, domenica prossima a Mazara del Vallo

Collura, Di Salvo e Chiaramonti

È praticamente fatta! Per la promozione in serie D2 maschile manca pochissimo al CT Agrigento che nel match di andata della finale per la promozione nella serie superiore si è imposto con un netto 4 a 0, rifilato al Queen’s di Mazara Del Vallo.

Alla squadra del presidente Pippo Spampinato basterà dunque aggiudicarsi un solo match dei quattro in programma (tre singolari e un doppio) domenica prossima nel retour match in terra trapanese.

Il risultato finale non deve far pensare a un match facile, è stata infatti una vittoria sofferta e conquistata col cuore. Nel primo singolare capitan Bartolomeo Collura si è imposto per 6/3 7/5 su Vito Grafato.

Nel secondo singolare Marco Chiaramonti, dopo aver perso il primo set si è ampiamente rifatto chiudendo 6/7 6/1 6/2. Terzo punto portato a casa da Lorenzo Di Salvo che ha dominato Giuseppe Rubino 6/0 6/3.

Doppio in perfetto equilibrio e vinto dalla coppia Collura/Chiaramonti che si sono imposti su Grafato/Giacalone soltanto al match tie-break col punteggio di 6/1 5/7 10/8.

Una sola vittoria dunque separa il CT Agrigento dalla promozione in D2 che rappresenta meglio le aspirazioni e le ambizioni di un circolo in piena ripresa, dopo qualche anno di oblio.

Nuovi soci chiedono di far parte del circolo e anche la scuola tennis, sotto l’abile e professionale guida del maestro Vincenzo Barba, sta rinverdendo i fasti del passato, quando erano decine e decine i ragazzi che chiedevano di poter giocare a tennis.

Domenica prossima i festeggiamenti per la promozione rappresenterebbero la copertina ideale di un circolo che guarda al futuro con tante speranze e solide certezze.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento