I panettoni artigianali più buoni dell'Isola

Il dolce tipico del Natale da anni ormai parla siciliano

È il dolce simbolo del Natale, nato nell’Italia settentrionale si è poi diffuso, con ottimi risultati, in tutte le regioni d’Italia, toccando anche le sponde della nostra bella Isola.

A rendere unici i panettoni siciliani sono, ovviamente, le tecniche artigianali abbinate alla scelta di ingredienti strettamente legati al territorio di appartenenza come pistacchio, uva sultanina di Pantelleria, mandorle di Avola, cioccolato di Modica.
Nemmeno un grande chef come Ciccio Sultano ha saputo resistere al richiamo dolce tipico natalizio e le sue creazioni sono un tributo ai profumi e sapori della Sicilia.

Ecco alcuni dei panettoni più buoni dell’Isola.

PASTICCERIA BONFISSUTO (Canicattì- Agrigento)

Partiamo dalla nostra provincia, a pochi km da Agrigento, la pasticceria dei fratelli Bonfissuto dopo una minuziosa e continua ricerca di prodotti d’eccellenza del territorio siciliano
ha portato alla riscoperta, la valorizzazione e lavorazione di materie prime di grande qualità: il Cioccolato di Modica, la Mandorla di Avola, il Pistacchio di Bronte. Tutti ingredienti protagonisti di una riscoperta creativa che permette di dare vita a panettoni buoni, golosi e che rispettano la tradizione.

Viale della Vittoria 72
Canicatti (AG) 92024

Tel. +39 09221950503

www.bonfissuto.com

PANIFICIO FRANCESCO ARENA (Messina)

I suoi 5 panettoni artigianali sono tutti preparati con lievito madre, burro, le migliori farine e senza conservanti aggiunti: Tradizionale, Cioccolato, Cioccolato e canditi di arancia, “Pantelleria” con grue di cacao e uvetta passa. Il panettone più richiesto è il “Salina”, con capperi canditi, uvetta di Pantelleria, mandorle di Avola tostate, semi di vaniglia del Madagascar, miele di acacia, scorze di arance e limoni bio.

Via Consolare Pompea 162 – 98166 Messina
Tel. 090 391773
www.panificiomasinoarena.it

PASTICCERIA SANTO MUSUMECI (Randazzo, ETNA)
Qui in uno dei borghi più belli dell’Etna, si realizzano 3 tipi di panettone artigianale: il Classico con i canditi e l’uvetta, poi c’è quello al Cioccolato con massa cacao e cioccolato fondente e, infine, il panettone al Pistacchio. La particolarità sta nel fatto che viene impastato con il pistacchio e infatti l’interno un colore tendente al verde/giallo e poi ci sono i pezzi di pistacchio, mentre la farcitura è di crema di pistacchi di Bronte. Per quanto riguarda il taglio, la presenza del pistacchio appesantisce il panettone che per questo motivo risulta essere più basso e meno alveolato di quello tradizionale.

Pasticceria Santo Musumeci
Piazza Santa Maria, 5 (141,27 km) – 95036 Randazzo (Catania)
Tel. 095 921196
www.santomusumeci.it

OSTERIA IL MORO (Trapani)
Se vi trovate a passare da Trapani il consiglio è quello di provare il panettone Tradizionale dell’Osteria Il Moro. In questo dolce tutto è siciliano, a cominciare dalle farine e gli altri ingredienti: il miele di agrumi di ape nera sicula, le arance candite direttamente nel laboratorio del ristorante, l’idromele locale, l’uva passa è quella del celebre zibibbo di Pantelleria, e ancora il latte fresco e le uova di galline ruspanti. Ultima chicca il sale delle saline di Trapani Via Garibaldi 86 – 91100 Trapani
Tel. 0923 23194
www.osteriailmoro.it

PASTICCERIA CAPPELLO (Palermo)
Giovanni Cappelloporta avanti la tradizione del padre Salvatore, Maestro Cioccolatiere e Pasticcere. I due sono già al lavoro, Nello storico laboratorio di Palermo oltre al panettone tradizionale e alle 6 varianti tipiche siciliane, potrete trovare una nuova ricetta che prevede al posto delle classiche scorzette d’arancia i mandarini di Ciaculli che devono il loro nome alla borgata palermitana in cui sono stati scoperti e che fino a qualche decennio fa costituiva la Conca d’Oro. 
Via Nicolò Garzilli 19 – Palermo
Tel. 091 6113769
www.pasticceriacappello.it

DUOMO (Ragusa Ibla)
Anche lo chef due stelle Michelin del Duomo di Ragusa Ibla, Ciccio Sultano si è voluto cimentare con il dolce più amato del Natale. Tre panettoni bassi, lavorati a mano con farina di grano tenero, lievito madre e uova provenienti dall’Aia Gaia; senza coloranti, additivi e conservanti. In totale sono trentasei le ore di lievitazione, per essere poi asciugati a testa in giù per altre dodici. Tre ricette golose: Tradizionale con arancia bio e cedro canditi, uva passolina, mandorla pizzuta d’Avola; Basileus Hybloncon cioccolato venezuelano, pera Spinella dell’Etna candita, cardamomo e caffè monocultivar biologico; Siquiliacon mela cola dell’Etna candita, limone candito, menta disidratata e crema di pistacchio Raffadali. 

 Via Orfanotrofio 39 – Ragusa Ibla
Tel. 0932 655000 
 www.cicciosultano.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento