5 prelibatezze made in Sicily

Sono alcune delle specialità che non troveremo mai oltre lo Stretto

Quanti profumi e quante prelibatezza offre la nostra Sicilia; esistono veri e propri tour enogastronimici della nostra Isola che turisti provenienti da ogni parte del mondo scelgono per conoscere meglio sapori e tradizioni antiche.

Abbiamo scelto 5 specialità del versante occidentale, sopratutto della nostra Provincia e di quella di Palermo che evocano tutta la nostra sicilianità, e che anche a sforzarci non potremmo mai trovare oltre lo Stretto, a meno che a replicarle non sia un vero siciliano.

Pane e Panelle: re indiscusso dello streetfood, il panino con le panelle, possibilmente la mafalda (formato tipico palermitano), è una goduria per il palato; calde frittelle di farina di ceci mista ad acqua, dentro un fragrante panino fresco, un pizzico di sale e pepe e per i più esigenti una spruzzata di limone. La colazione o merenda che ogni palermitano vorrebbe; non esiste nessuno a cui questa accoppiata non piaccia.

U' Ciarduni: dolce tipico delle pasticcerie dell'agrigentino di una bontà infinita; meno famoso del "cugino" cannolo, questo cannoncino di frolla cotta nel forno è ripieno di crema di ricotta e ricoperto di mandorle e nocciole tostate, con una generosa spolverata di zucchero a velo e cannella. La leggenda vuole che sia un dolce antichissimo di origine araba ereditato dalla dominazione di questi ultimi.

A Stigghiola: per i più tosti a cui piacciono i sapori forti un pit-stop dallo stigghiolaro lungo i vicoli della Vucciria è obbligatorio. E' per eccellenza un piatto di recupero, quello che anticamente mangiavano i poveri che degli scarti della carne ne facevano pietanze prelibate; si, perchè non è altro che un involtino di budella e intestino d'agnello farcito con aromi, spezie e nelle versioni rivisitate più golose ripieno di salumi e formaggi. Cotto sulla brace, con sale, pepe e limone è un'esplosione di sapori per il palato.

La Cubaita: il croccante torrone delle feste di paese e delle ricorrenze importanti come Natale e Pasqua, fatto solo con zucchero e mandorle tostate. Vederlo lavorare sulle "balate" di marmo è un vero spettacolo. Tutte le nonne lo sanno fare, è croccante e si conserva per lunghi periodi. Chi di noi non ne ha rubato un pezzetto ancora caldo appena fatto?

Anelletti al forno: sono la versione sicula della pasta al forno, un formato di pasta quello degli anelletti che è nato in Sicilia e che non sempre si trova altrove. Piccoli cerchietti affogati nel sugo al pomodoro, pisellini, carne macinata, uova e formaggio, il tutto sformato in una teglia rivestita di melanzane fritte. Il piatto della domenica per eccellenza che tutti noi siciliani speriamo di trovare aprendo il forno di casa.

Perchè quando vieni in Sicilia piangi due volte: quando vedi il mare e quando ti pesi sulla bilancia!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento