I falsi miti sulla pizza

La pizza fa ingrassare o no? Verità e falsi miti su uno degli alimenti preferiti dagli italiani

Non è vero che sia sempre grassa o difficile da digerire. Può essere sana e perfino light. Basta seguire qualche accorgimento. Quando si dice pizza, si pensa subito all'inconfondibile forma rotonda della specialità  napoletana, al pomodoro, alla mozzarella. E' una delle passioni degli italiani, che spesso la gustano con le lacrime di coccodrillo: la considerano tutto fuorché un cibo amico della bilancia. Ecco, è proprio questo il punto: è vero che la pizza non va d'accordo con un'alimentazione sana? Siamo proprio sicuri che sia sempre e comunque un cibo grasso e difficile da digerire?

Amica dello stomaco

Cominciamo a sfatare il primo luogo comune: la pizza non è affatto nemica dello stomaco e della digestione. E' vero l'esatto contrario: la caratteristica principale dell'impasto moderno è proprio l'alta digeribilità . Gli impasti di oggi possono lievitare fino a 96 ore, portando a termine la "vita" dei lieviti e rendendo la pizza più leggera. E' ovvio, però, che se all'impasto più digeribile del mondo aggiungiamo un condimento per sua natura molto grasso, il lavoro di stomaco e fegato si complica. Tutto dipende quindi dal tipo di pizza che decidiamo di acquistare.

Il sostituto perfetto


Altro falso mito: la pizza non è per forza un alimento che fa ingrassare. D'accordo, il suo aspetto la fa sembrare un attentato alla linea ed è una soluzione pratica e gustosa nelle occasioni più diverse. Ma la verità  è che rientra assai spesso anche nei regimi alimentari di chi deve perdere peso, per esempio come sostituto di un pasto. Una pizza con pomodoro e mozzarella apporta circa 650 calorie: è chiaro che aggiungendo altri condimenti, il numero di calorie sale. Ma se cercate una pizza "salva-dieta", puntate sulla marinara (pomodoro, aglio, origano).

Alla soia e per celiaci


Da qualche tempo, sul mercato sono arrivati anche impasti light. La loro caratteristica è questa: sono basati su farina di soia. Rispetto a quella di grano, contiene meno calorie ed è decisamente più digeribile. Ed è anche più abbordabile per coloro che soffrono di intolleranze alimentari. A proposito: in commercio, oltre ai tanti alimenti già  esistenti studiati apposta per i celiaci (coloro che hanno un'intolleranza al glutine contenuto nei cereali), è arrivata anche una pizza ad hoc. Attenzione, però: chiedete sempre prima al titolare della pizzeria se questa pizza speciale viene preparata in forni e teglie a parte, rispetto a quella "normale". Basta infatti anche la minima presenza nell'aria di polveri di farina comune, per creare seri problemi al celiaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • Un empedoclino a "Uomini e Donne", Giovanni alla "corte" di Gemma

  • L'incidente mortale di Ravanusa, veglie di preghiera per Federica

  • Pizzo sullo stipendio, dipendente in aula: "Restituivamo i soldi per non essere licenziate"

  • L'assalto in banca con bottino record, il giudice boccia la versione degli indagati: due in cella e uno ai domiciliari

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento