Erasmus, MareAmico relaziona sull'ambiente a Palma di Montechiaro

Lombardo: "Attraverso immagini e video abbiamo fatto vedere i danni che provocano le acque di vegetazione disperse in natura, abbiamo illustrato il fenomeno dell'erosione costiera e abbiamo presentato il progetto per cercare di ridurre le plastiche in mare"

Mareamico ha relazionato sull'ambiente, per un progetto Erasmus, a Palma di Montechiaro.
Partecipavano, oltre che l'Italia, alcuni insegnanti e studenti provenienti dalla Polonia, Spagna, Romania e Turchia.

"Attraverso le immagini ed i video abbiamo fatto vedere i danni che provocano le acque di vegetazione disperse in natura, abbiamo illustrato il fenomeno dell'erosione costiera ad Eraclea Minoa e al Caos ed infine abbiamo presentato il nostro progetto per cercare di ridurre le plastiche in mare, mediante una sorta di barriera, da piazzare alla foce del fiume Palma" - ha spiegato Claudio Lombardo, responsabile di MareAmico - .

Ecco cosa scrivono dalla scuola Cangimila di Palma di Montechiaro:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La giornata di oggi si è articolata nell'incontro con il Dott. Claudio Lombardo, responsabile di Mare Amico, che ha sapientemente presieduto il meeting sulla consapevolezza ambientale, riuscendo a sensibilizzare le coscienze alla tutela dello splendido patrimonio naturale dell'interland, costantemente depredato dall'incuria o dall'inquinamento.
Video, foto e materiale esplicativo hanno spiegato l'importanza della coscienza civica in dimensione planetaria.
Tutti i partner si sono sentiti coinvolti in questa esperienza di promozione e hanno riscontrato notevole interesse, intervenendo frequentemente nelle conversazioni per motivare le proprie preoccupazioni a ragione della tutela di un patrimonio artistico, come il nostro, da preservare e da incrementare.
Il nostro dirigente scolastico si è soffermato, pertanto, sulla mission educativa del progetto Erasmus Environmental Awareness, affinché si agisca sul soggetto in apprendimento su cui investire tutte le nostre forze, i nostri sforzi di crescita culturale e metodologica al fine di incrementare motivazione e sensibilità alla consapevolezza ambientale e permettere di costruire un mondo migliore dove vivere coscienziosamente.
Il successo del convegno, ottenuto grazie alla levatura dei temi e alla spendibilità dei contenuti, è stato seguito con grande fervore.
Infine, i vari partner hanno presentato le proprie scuole soffermandosi sulle modalità educative e didattiche che le contraddistinguono.
Un momento utile al confronto e all'arricchimento reciproco umano e culturale.
Nel pomeriggio, visita presso il locale oleificio San Giuseppe di Cottitto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento