Violenza sulle donne, Micciché e Testone: "Possono chiedere aiuto anche in farmacia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Il dramma della violenza sulle donne non può più essere  tollerato. Servono interventi concreti che pongano fine a tali brutalità. Troppo spesso il luogo familiare, che dovrebbe proteggere la donna, diventa una trappola mortale". Così Maria Antonietta Testone, coordinatrice Regionale di Azzurro Donna, e Gianfranco Miccichè, coordinatore regionale di Forza Italia, intervengono a seguito del  femminicidio  che  ha sconvolto la serena quotidianità dei nisseni e che purtroppo si aggiunge ai due casi avvenuti nel messinese il mese scorso.

"Da sempre - aggiungono Testone e Miccichè -  Forza Italia ha portato avanti iniziative per contrastare la violenza sulle donne. L’attuale situazione emergenziale non deve farci abbassare la guardia su un problema sociale che rischia di assumere proporzioni devastanti. Noi avvertiamo il dovere civile e politico di condannare qualunque forma di violenza, sia essa fisica, psichica ed economica, nei confronti delle donne,  e invitiamo quante si trovano in situazioni vulnerabili a contattare i servizi preposti. Le donne che vivono una situazione difficile possono recarsi anche presso le farmacie che recentemente sono state coinvolte dalla Federfarma per aiutare le donne che lo chiedono, sostenendole e telefonando al 1522. Plaudiamo alla sensibilità dei farmacisti e li ringraziamo a nome di quante purtroppo ancora oggi vivono una realtà fortemente caratterizzata dalla sopraffazione. Il livello di civiltà e di evoluzione di una società - concludono Gianfranco Miccichè e Maria Antonietta Testone -  si misura  anche dal sentimento di rispetto che gli uomini nutrono e manifestano nei confronti delle donne". 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento