Riqualificazione di via Cesare Battisti, Carlisi: "La città dia un indirizzo politico"

Il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle ha illustrato il progetto ed ha lanciato un accorato appello

Una veduta di via Cesare Battisti

C'è chi chiede chiarezza sull'utilizzo delle risorse dell'imposta di soggiorno da destinare per la riqualificazione di via Cesare Battisti. Chi, invece, vuole conoscere i criteri utilizzati per l'individuazione della location sulla quale destinare le risorse. E c'è chi, progetto alla mano, analizza i dettagli e offre giudizi estetici. In città, e su più "fronti", si continua a discutere sui lavori che dovranno essere realizzati lungo la strada che, perpendicolarmente, congiunge la via Atenea alla via Pirandello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operatori turistici in rivolta contro l'amministrazione 

Il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle, Marcella Carlisi, ha ufficializzato dei giudizi estetici: "I due spazi perpendicolari diventeranno bicolore con settori in pietra ragusana bianca satinata e anticata e settori in pietra lavica. Ci saranno panchine, un’aiuola e  una fontana bicolore nella parte che immette sulla via Pirandello. La progettazione della spesa dei soldi derivanti dalla tassa di soggiorno, però, dovrebbe essere “partecipata”  con la cittadinanza e, soprattutto, con chi opera nel settore del turismo - scrive il consigliere Carlisi - . Ribadisco che, nel regolamento per la tassa di soggiorno, la riqualificazione di una via della città non è tra le possibilità di spesa che sono specificate. Gli operatori da sempre, tra le altre cose, chiedono  bagni pubblici, maggiori servizi per i turisti, soluzioni di trasporto più efficienti, segnaletica migliore. Questa volta i soldi non provengono da finanziamenti per sistemare le piazze, da utilizzare con la scusa che sennò vengono  persi. I 250 mila euro che saranno utilizzati provengono dalle somme raccolte, euro dopo euro, dalle strutture ricettive della nostra città. Il mio compito di controllo, come consigliere comunale, l’ho effettuato e continuerò a farlo - chiarisce Carlisi - . Attendo da cittadini e operatori un indirizzo “politico”. Partecipate alle vicende della città!".  

Carlisi: "Usiamo i soldi per fare altri capolavori di ceramiche?"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento