La vertenza dei precari al Comune, Aquilino (Cgil): "Non si perda questa opportunità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si è tenuta oggi l’Assemblea sindacale del personale del Comune di Agrigento per protestare sulla situazione del personale precario, in quanto a tutt’oggi non si ha avuto nessun riscontro sulle reali intenzioni dell’Amministrazione Comunale, con l’aggravante che si è attuato un taglio totale alle integrazioni orarie di questi lavoratori.
Come è noto nel mese di Febbraio il Sindaco si era impegnato a rimuovere gli ostacoli, che impediscono la stabilizzazione di questo personale, incaricando gli uffici finanziari ad attivarsi affinchè i documenti contabili venissero redatti in breve tempo, a darne la notizia è il responsabile degli EE.LL.della FPCGIL di Agrigento Pietro Aquilino, il quale denuncia che il Comune di Agrigento rischia di perdere l’opportunità di stabilizzare i lavoratori in atto utilizzati con contratto a tempo determinato.
Considerato che le risorse sono in capo alla Regione e la Legge Madia ha rimosso gli ostacoli normativi fin qui avutosi, tutto questo creerà grandi disagi non solo ai lavoratori, ma soprattutto alla collettività.
Infatti negli ultimi anni sono stati più di cento i lavoratori in pensione con il taglio drastico delle ore di utilizzo del personale precario la situazione della funzionalità dell’Ente e dei servizi ne risentirà drammaticamente.
Per queste ragioni i lavoratori si riuniranno in assemblea alle ore 09.00 in aula consiliare, per decidere le azioni di lotta per sollecitare a compiere quanto dovuto.
Con questo animo si sollecita l’amministrazione all’adempimento dovuto per dare continuità al lavoro iniziato ormai da diversi anni.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento