Movida estiva, i "Grilli" scuotono il Comune: "Evitate la morte dell'intrattenimento"

Il consigliere Alessandro Curreri: "L'esodo dei nostri giovani verso le località limitrofe continua senza sosta"

Le spiagge sono state ripulite prima di Pasqua e le strade per raggiungere i lidi sono state rattoppate. Ma questo, per il consigliere Alessandro Curreri del movimento Cinque Stelle, non basta. Non basta per una località turistica. "Ogni anno puntualmente si assiste alla lenta morte dell'intrattenimento saccense" - scrive il consigliere che ha inviato una nota al sindaco per stimolare gli assessori al Turismo e al Decoro urbano sui temi riguardanti la movida Saccense.

"Ci si aspetta di più. Molto di più! Non si è pronti, e non si danno certezze e fiducia a chi per esempio spende migliaia di euro per band e Siae. Esitare non va bene per un paesello che sembra passeggiare sulle sabbie mobili. Bisogna partire e pianificare; coordinare la “Show Tax” sul vecchio articolo 29 del regolamento Cosap, riferito al diritto di esenzione. È innegabile come lo spettacolo proposto dal Comune di Sciacca vada da metà luglio a metà agosto e che i gestori dei pub arricchiscono il calendario. Ma come si può programmare - scrive il consigliere - se non si conoscono le linee guida e progettuali dell'amministrazione, volontà, interlocuzione con i comitati dei residenti e con le forze dell'ordine? Quali orari, quanti decibel, quali deroghe? Intanto l'esodo dei nostri giovani verso le località limitrofe continua senza sosta. Li troviamo solo la domenica pomeriggio in spiaggia grazie ad imprenditori coraggiosi che investono parecchio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il meetup "Grilli di Sciacca" è importante procedere all'organizzazione delle linee guida primavera/estate per organizzare eventi e “Show tax”; al regolamento decoro urbano e modifiche Cosap; al coinvolgimento singolo e tavoli di concertazione tra tutti gli attori della movida; ad incentivi per chi applica il vuoto a rendere, utilizzo materiali ecologici e organizza spettacoli in prima serata; a nuove soluzioni per la raccolta della differenziata nel weekend come la creazione di isolette ecologiche per i locali come accade in diverse località turistiche.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento