Assistenza ospedaliera precaria, Li Voti: "Mettere fine all'emergenza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Da troppo tempo si sottovaluta l’importanza vitale dei nostri Ospedali di Ribera e Sciacca,  e di quanta preziosa ed insostituibile sia la loro funzionalità qualitativa e quantitativa  per  migliaia di cittadini del territorio.

L’assistenza sanitaria ospedaliera nel nostro distretto sanitario è molto precaria perché la carenza cronica di medici, infermieri e ausiliari spesso rendono estenuante  il ricovero, la cura e la qualità stessa dell’assistenza.

I medici egli infermieri in servizio, la cui dedizione alla professione è spesso encomiabile, non possono assicurare il necessario e tempestivo intervento sanitario  ad un’utenza che si aggira  su circa 100 mila abitanti.

Nei pronto soccorso di Ribera e Sciacca la situazione è oltremodo insopportabile:pochi medici ed infermieri, strutture inadeguate, carenza di barelle e sedie a rotelle, spazi angusti per il sovraffollamento, lunghe ed interminabili attese  per un primo intervento medico.

Il progressivo e inarrestabile decadimento del sistema sanitario ospedaliero nel nostro territorio impone di passare ai fatti, all’azione, alla mobilitazione permanente dei rappresentanti istituzionali della sanità nel territorio: I Sindaci.

E’ urgentissimo che i  Sindaci costituiscano un Comitato permanente  per costringere il Governo Regionale a mettere fine a un’emergenza che mette ogni giorno in serio pericolo la salute degli abitanti di Ribera, Sciacca, Calamonaci, Montallegro, Cattolica Eraclea, Cianciana, Alessandria della Rocca, Bivona, Santo Stefano Quisquina, Lucca Sicula, Villafranca, Burgio, Caltabellotta, Menfi, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice, Montevago, e parte degli abitanti di Castelvetrano, Salaparuta, Poggioreale.

I Sindaci di Ribera e Sciacca, facendo tesoro dell’apprezzabile attività svolta dal Comitato Civico per la Sanità di Sciacca, siano promotori principali della costituzione del “Comitato dei Sindaci per la Sanità” che  affronti e superi con procedure e metodi straordinari l’emergenza sanitaria e ospedaliera del territorio.

 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento