Movimento "Servire Ravanusa" avanzerà delle proposte per la città

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

A seguito di un incontro avvenuto in videoconferenza tra i componenti del Movimento politico "Servire Ravanusa" tramite piattaforma virtuale abbiamo accolto con grande piacere il Consigliere Comunale Tanina Carlisi che ha illustrato le motivazioni che l’hanno indotta insieme al Consigliere Giuseppe Sortino a proseguire il loro mandato nel “Gruppo Misto”. Successivamente si è avviato un dibattito sull’operato della nostra Amministrazione durante la prima fase di emergenza Coronavirus, assai discutibile, la distribuzione dei voucher ai cittadini bisognosi, avviata dall'Amministrazione senza seguire un criterio ben preciso e senza una modulistica adeguata. Considerato il periodo drammatico che stiamo vivendo, sono tante le proposte avanzate dal Movimento come l'dea di istituire un centro di ascolto per le famiglie, per i giovani e le imprese al fine di accogliere le istanze dei cittadini per comprendere disagi e le varie problematiche insorte a seguito delle misure restrittive; per individuare azioni di ripresa della fase due, proprio in questo difficile momento, affinché si dia lavoro alle imprese di Ravanusa, un supporto alle imprese agricole del nostro territorio e chiedere lo stato di calamità, un aiuto concreto ai nostri concittadini che già prima dell’emergenza Covid-19 vivevano con preoccupazione il dramma della disoccupazione.

Abbiamo rimarcato l'importanza di spingere l'Amministrazione alla sistemazione dei plessi scolastici, proprio in questo momento di assenza degli alunni e delle attività didattiche per ritrovarci a settembre con le aule e i plessi idonei e in sicurezza. Altra tematica affrontata è stata quella di rendere attiva la Convenzione ormai scaduta da tempo tra il Comune e la Soprintendenza sulla gestione del Monte Saraceno per renderlo pulito, accogliente, accessibile e funzionale; di avviare dopo questa emergenza sanitaria misure per rilanciare il turismo e l’economia del nostro territorio attraverso iniziative in accordo con dei tour-operator per visite mirate al nostro sito archeologico e al museo. Da quanto appreso più volte è stato chiesto al Sindaco maggiore chiarezza sul Bilancio comunale, a quanto ammontano gli anticipi di cassa fatti fino ad ora da parte dell'Amministrazione e quanti sono i mutui accesi, lo stato relativo ai Bilanci della RaR, Tre Sorgenti e della Dedalo che a tutt'oggi si sconoscono. Noi del Movimento ci poniamo tante domande e vogliamo comprendere la motivazione per la quale molti cittadini hanno versato a tempo debito una quota per la costruzione di loculi mai ricevuti, e si assiste alla trasformazione del Cimitero in un cantiere in piena costruzione dando priorità alle cappelle gentilizie. Infine per contrastare il randagismo sarebbe opportuno l’attuazione di misure di contrasto per la prevenzione di tale fenomeno come attività di informazione e sensibilizzazione della popolazione nonché la possibilità di aprire un canile comunale, ossia una struttura che andrà ad occuparsi della cura di animali soli, abbandonati e randagi. Spingere l'Amministrazione alla richiesta di finanziamenti comunitari per abbattere le barriere architettoniche e un sostegno concreto ai diversamente abili. Questi sono stati alcuni punti della discussione e l'impegno che i consiglieri devono avere da ora in avanti per dare slancio all'azione politica del Movimento nell'interesse dei cittadini. Come diceva Don Luigi Sturzo: “La politica deve essere ispirata all'amore per il prossimo, resa nobile per la finalità del bene comune”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento