Radicali Italiani, Nicosia eletto nel comitato nazionale

Il direttore dell'osservatorio internazionale dei diritti umani, da anni è impegnato per creare migliori condizioni di vivibilità nelle strutture detentive

Antonello Nicosia è stato eletto nel comitato nazionale dei Radicali Italiani. Nicosia, direttore dell'osservatorio internazionale dei diritti umani, è un docente esperto nel trattamento penitenziari.

L’elezione è avvenuta nel corso del XVII congresso di Radicali Italiani che si è tenuto a Roma dall’1 al 3 novembre scorso.

Antonello Nicosia da anni è impegnato nella difesa dei diritti dei detenuti e per creare condizioni di vivibilità nelle strutture detentive. “Il movimento politico guidato da Emma Bonino – si legge in una nota inviata da Nicosia –, mette al centro del dibattito politico il rilancio dell’integrazione europea in una prospettiva federalista quale argine ai neonazionalismi, senza perdere mai d’occhio i temi radical, giustizia e carcere”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Traffico di migranti, operazione "Barbanera": due indagati in carcere e uno ai domiciliari

  • Cronaca

    Futuro della statale 640 e della Agrigento - Palermo, i sindaci chiedono incontro a Toninelli

  • Cronaca

    "Accusò consiglieri di volere aprire altri centri di accoglienza", assolto militante M5s

  • Cronaca

    "Case in vendita a 1 euro" boom di richieste per Sambuca di Sicilia

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre auto sulla Agrigento-Palermo: un morto e tre feriti

  • Si getta in mare per farla finita, 60enne salvata in extremis dai carabinieri

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • "Torture sessuali al compagno di cella per estorcergli sigarette", a giudizio

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • Un cane all'ingresso del pronto soccorso, la protesta: "Si rischiano infezioni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento