Nuccia Palermo, Lega: "Costernata dalle parole di Micciché"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Sono costernata nell'osservare l'esponente massimo di Forza Italia in Sicilia e seconda carica istituzionale della regione, istigare all'odio e alla  violenza contro la Lega e i leghisti. Espressioni del tenore "I leghisti ci vogliono soltanto ammazzare" o "leghisti buzzurri, ammazzerei i siciliani che li hanno votati"  sono una vera e propria istigazione idonea ad esagitare le menti più fragili verso atti violenti. Miccichè, in questo modo  si sta assumendo una gravissima responsabilità e laddove dovessero verificarsi atti violenti non potrà che esserne considerato il mandante morale e politico. Chiediamo, dunque, al Presidente della Regione di prendere  le distanze da dichiarazioni così pericolose ed indegne. Da Capogruppo della Lega del Comune di Agrigento di certo non mi faccio impaurire da tali intimidazioni e rispondo con un sorriso. Tuttavia chiedo che le autorità competenti verifichino se ci siano, oltre alle palesi responsabilità morali, anche profili di responsabilità penale.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento