Niente bilancio di previsione, insorgono i consiglieri comunali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Premetto che il bilancio di previsione è da considerare non solo un importante atto di contabilità, ma anche un documento di elevato valore politico ed amministrativo, rappresentando uno strumento: di programmazione annuale, nel quale l’ente individua, in un contesto organico e complessivo, le attività che intende promuovere a favore dei cittadini, nonchè le fonti di finanziamento a cui attingere, di programmazione pluriennale, che proietta l’Ente in una visione dinamica;  di controllo della gestione, perché permette di verificare la correttezza dell’azione amministrativa e la corrispondenza delle spese effettuate con la programmazione approvata; di pubblicità trasparente, perché permette l’accessibilità ai cittadini ed agli organismi di partecipazione.

Secondo la normativa vigente il bilancio di previsione, con tutti i suoi allegati (individuazione di aree e fabbricati che possono essere ceduti con definizione del prezzo di cessione, individuazione delle tariffe e la percentuale di copertura finanziaria dei costi di gestione per i servizi a domanda individuale, etc), deve essere approvato dal Consiglio Comunale entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello cui il bilancio si riferisce.

Con il Decreto del 7 dicembre 2018 il Ministro degli Interni aveva prorogato al 28 febbraio 2019 il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2019/21 degli Enti Locali.

Premesso che con il Decreto del 21 dicembre 2019 il Ministro degli Interni ha ulteriormente prorogato la scadenza per l’approvazione del bilancio di previsione 2019/21 degli Enti Locali al 31 marzo 2019.

Premesso che la stragrande maggioranza dei Comuni italiani ha già provveduto all’approvazione del bilancio di previsione 2019/21 Nella seduta del 15 maggio 2019 nonostante la totale e manifesta inesistenza di un bilancio di previsione, il Consiglio Comunale di Ribera ha approvato una variazione al bilancio 2019/21 non ancora approvato. Entro il corrente anno potrebbero intervenire sentenze giudiziarie con eventuali ripercussioni sull’assetto economico e patrimoniale del Comune di Ribera.

L’annunciata stabilizzazione dei lavoratori precari del Comune di Ribera potrà passare alla fase realizzativa solo a bilancio di previsione approvato.

Considerato che la predisposizione della bozza di bilancio e dei suoi allegati da proporre alla Giunta Municipale rientra nelle competenze del Responsabile della Ragioneria.

I consiglieri Maria Angileri, Davide Caico, Fabio D’Azzo, Rossella Failla, Margherita Farruggia, Emanuele Li Voti, Claudia Lupo, Federica Mulè , Giuseppe Tramuta, preoccupati per il perdurare di un non più tollerabile ritardo nell’approvazione del bilancio di previsione 2019/21 e delle conseguenze che ne potrebbero derivare, chiedono quale sia il motivo per il quale non è stato ancora trasmesso ai Consiglieri Comunali la proposta del bilancio di previsione 2019/21 del Comune di Ribera, nonché il livello di redazione nel quale si trova il suddetto documento.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento