Netturbini a Lampedusa in stato di agitazione, solidarietà di Potere al Popolo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Potere al Popolo esprime piena e incondizionata solidarietà agli operatori ecologici di Agrigento e Lampedusa-Linosa in stato di agitazione per la mancata erogazione degli stipendi, in alcuni casi addirittura da mesi.
 
Risulta inspiegabile come in tanti altri comuni altre società che gestiscono la raccolta dei rifiuti garantiscono il servizio e pagano pressoché regolarmente i dipendenti mentre nelle due realtà di Agrigento e Lampedusa le società che fanno capo all’Iseda creano tanti problemi ai cittadini e ai loro dipendenti.

Potere al Popolo Agrigento ritiene che il mancato pagamento non sia solo un danno agli operatori, ma a tutta la cittadinanza. Chiede pertanto al prefetto di attivarsi affinché l'Iseda onori gli impegni assunti nei confronti delle comunità e rispetti la dignità dei lavoratori, provvedendo a pagare le spettanze loro dovute. 

PaP chiede altresì al comune di rivedere alla luce di quanto avvenuto il contratto con l'Iseda stessa. 

Si schiera inoltre al fianco dei lavoratori lampedusani che chiedono a gran voce una ripublicizzazione del servizio, pratica per noi fondamentale per la tutela degli interessi e dei servizi essenziali per la collettività, e appoggia le modalità di agitazione presente e future che gli operatori metteranno in campo.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento