Dune spianate a Maddalusa, scatta l'interrogazione al Parlamento europeo

La vicenda agrigentina attenzionata dal parlamentare Ignazio Corrao per garantire la tutela dei paesaggi costieri oggi non protetti dalla rete Natura 2000

Le ruspe sulla spiaggia di Maddalusa con la presunta distruzione delle dune denunciata nei giorni scorsi dall'associazione Mareamico e rispetto a cui anche la Procura sembra volerci vedere chiaro, approdano a Bruxelles.

L’eurodeputato siciliano Ignazio Corrao infatti ha depositato una interrogazione alla Commissione europea chiedendo se intende intervenire per rafforzare la tutela delle dune e degli ecosistemi marini non protetti nell’ambito della rete Natura 2000.

“Le immagini delle ruspe in azione su quella spiaggia - spiega Corrao - fanno male agli occhi e ovviamente all’ecosistema. Se il Comune avesse voluto rimuovere i rifiuti, avrebbe potuto utilizzare ben altri strumenti anziché spianare la sabbia con le ruspe sotterrando peraltro parte dei rifiuti. L’Europa verifichi una possibile violazione su un sito protetto. Anche la Regione ha le sue responsabilità, Musumeci dica cosa vuol fare con il piano sull’erosione costiera”.

Dune di Maddalusa, consegnati in Procura gli esiti delle verifiche 

“Le dune di Agrigento - scrive Corrao nella sua interrogazione -  pur avendo una grande importanza naturalistica essendo territorio di nidificazione di uccelli e tartarughe, sono considerate dune costiere minori e non sono inserite in uno schema di protezione Natura 2000 ma l’abbattimento di tali barriere, funzionali a fronteggiare l’erosione costiera, provocherà un arretramento della linea di costa. Occorre dunque un sistema di protezione più forte per vietare pratiche distruttive nei confronti delle dune costiere minori, come per esempio la raccolta della spazzatura a mano e il divieto per l’uso di mezzi. In Sicilia, nonostante i fondi per il contrasto all’erosione costiera e la direttiva Habitat, le istituzioni regionali permettono pratiche distruttive sulla costa, come avvenuto recentemente anche nel sito Natura 2000 ITA040003 con la costruzione di due ristoranti nel Comune di Montallegro o presso la spiaggia di Eraclea Minoa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dune spazzate via dalla ruspe? La replica dell'azienda: "Non abbiamo cancellato nulla"

“Per queste ragioni - sottolinea ancora l’eurodeputato - ho chiesto alla Commissione Europea se è a conoscenza del fenomeno di abbattimento delle dune costiere in Sicilia, come intende intervenire per rafforzare la tutela delle dune non protette dalla rete Natura 2000 e se intende fornire supporto per progettazione, monitoraggio e controllo per la tutela e ripristino delle dune costiere, anche non Natura 2000".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento