Lazzano: "D'Orsi e le numerose Giunte da lui partorite"

Intervento del consigliere provinciale sui lavori per una nuova possibile Giunta

Lazzano: "D'Orsi e le numerose Giunte da lui partorite"
Intervento del consigliere provinciale Mario Lazzano sui lavori di Eugenio D'orsi per una nuova possibile Giunta.

"Ogni giorno, da più di due anni, dopo il vergognoso ribaltone che ha visto relegati all’opposizione l’intero centrodestra formato nel 2008 da Pdl-Mpa-Udc, alla Provincia regionale di Agrigento - ha affermato - il presidente D’Orsi ci ha abituati ad assistere ad uno spettacolo sempre nuovo: cerca sempre di fare e disfare giunte con quei partiti che vennero sonoramente sconfitti alle elezioni dagli agrigentini con una cosa abbastanza curiosa, non trova mai una maggioranza in Consiglio provinciale. D’Orsi è costretto alla formazione di una giunta ogni settimana (quando gli va bene) mandando via  uomini e donne che lui stesso aveva nominato la settimana prima dicendo loro di fare questo sacrificio perché l’ennesimo rimpasto gli sarebbe servito per galleggiare fino al 2013 e per accontentare qualche partitino inesistente, qualche consigliere e qualche parlamentare, il cui unico problema politico- esistenziale è designare portatori di voto e non di idee da realizzare. Il Pdl - ha aggiunto - coerentemente col mandato ricevuto dagli elettori nel 2008, ha svolto quel ruolo e lo sta continuando a svolgere qual è quello della tutela degli interessi legittimi della comunità amministrata (il Consiglio provinciale e non l’Amministrazione ha abolito tutti gli Enti inutili, risanato il bilancio avviando una serie di risparmi, approvato emendamenti rivolti al sociale, chiedendo a che punto sono i tanti progetti comunitari presentati per l’ottenimento di finanziamenti, senza avre mai avuto risposta, condiviso l’intera questione aeroporto, infrastruttura indispensabile, per quel salto di qualità necessario al decollo turistico ed economico, garantendo tutti i precari, attenzionato tutte le criticità per quando riguarda scuole e strade,riducendo il premio di produttività a tutti i Dirigenti,rispettando il patto di stabilità ecc). Nei prossimi giorni, attraverso numerosi atti ispettivi, chiederemo al presidente D’Orsi qual è lo stato dell’arte di tutti  quei progetti presentati alla Comunità europea, allo Stato e alla Regione per l’ottenimento dei finanziamenti e se non ritiene opportuno di avviare l’accorpamento di alcuni settori riducendo il numero dei dirigenti con un risparmio davvero notevole per le casse della Provincia. Su questi ed altri problemi ci misureremo in Consiglio provinciale con il presidente D’Orsi e forse anche con qualche 'giuntarella' fatta all’ultimo momento".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento