Interruzione volontaria di gravidanza, Pullara: "Ecco cosa cambia in ospedale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Fermo restando l’attenzione e la salvaguardia della vita umana, ritengo che nel rispetto della pluralità delle idee e di fronte ad una norma nazionale è corretto dare a tutti l’opportunità di poter, anche nel nostro territorio usufruire del servizio di interruzione volontaria di gravidanza .” .” – Lo afferma il vice presidente della commissione sanità all’Ars On. Carmelo Pullara.

“Con soddisfazione ed apprezzamento accolgo la nuova delibera del Azienda  Ospedaliera di Agrigento con la quale viene attivato il nuovo servizio . Gli utenti della provincia di Agrigento che fino ad ora erano costretti a dover andare in altri presidi ospedalieri finalmente dal 2 settembre potranno usufruire di questo servizio anche presso l’Ospedale San Giacomo di Altopasso di Agrigento dove ad accoglierli ci saranno un gruppo di medici e infermieri che non praticano l’obiezione di coscienza mettendo in atto quando indicato nella legge nr. 194 che risale al 22 maggio del 1978”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento