Indennità alle stelle per gli assessori? Il sindaco Provvidenza: "E' tutto falso"

Categorico il primo cittadino di Grotte, ha voluto fare chiarezza sulla polemica nata in questi giorni

Ritenendolo “un grave schiaffo morale a chi oggi non riesce ad arrivare alla fine del mese, a chi è costretto a far le valigie in cerca di fortuna al Nord o all’estero e alle aspettative di tanti cittadini su una migliore qualità dei servizi comunali”, il Movimento Cinque Stelle di Grotte ha sostenuto, utilizzando il “pare”, che “uno dei primi atti della nuova Giunta della lista 'Grotte nel Cuore', sotto la guida del sindaco Alfonso Provvidenza, è stato quello di stabilire per i nuovi assessori un’indennità di funzione più che doppia - sino a +110,59 - rispetto a quella fissata dalla precedente Giunta Fantauzzo”. “Assolutamente falso – ha replicato il neo sindaco di Grotte: Alfonso Provvidenza - . La mia indennità di carica non soltanto non è superiore, ma è del 5 per cento in meno. Così come è diminuita, del 5 e del 15 per cento, l’indennità prevista per gli assessori e per il vice sindaco”. Ma cosa è successo a Grotte? Qual è la reale motivazione di quella che è una polemica al vetriolo? “Hanno sbagliato a calcolare – spiega il sindaco Provvidenza - . L’indennità da me percepita è diminuita del 5 per cento perché è stata la legge a stabilirlo e non l’amministrazione comunale” – ammette, con onestà intellettuale, il sindaco - . Il sindaco Alfonso Provvidenza, messosi in aspettativa dal suo lavoro di docente universitario, percepirà dunque il 100 per cento dell’indennità. Così come è sempre stato e come è ovunque se il lavoratore dipendente si pone in aspettativa. Ma non è aumentata neanche l’indennità di carica degli assessori.
Nella nuova delibera sono stati indicati entrambi gli importi possibili per assessori e vice sindaco: il 100 per cento se il dipendente comunale si metterà in aspettativa e il 50 per cento invece se continuerà a lavorare. “La precedente amministrazione (quella di Paolino Fantauzzo ndr.) ha previsto nella delibera soltanto il 50 per cento. Noi abbiamo messo, invece, entrambe le voci. Non so ancora, e dunque le indennità non sono state ancora assegnate, chi sceglierà di mettersi in aspettativa e dunque percepirà il 100 per cento e chi, invece, continuerà al lavorare e dunque avrà un’indennità di carica del 50 per cento – ha spiegato il sindaco Provvidenza - . Il raffronto fatto dai grillini – ha proseguito il capo dell’amministrazione di Grotte – non ha tenuto, inoltre, nemmeno conto dai rimborsi richiesti, per la precedente amministrazione, dagli enti di appartenenza degli assessori lavoratori dipendenti. Il segretario comunale ha indicato con estrema chiarezza e trasparenza le modalità di calcolo delle indennità spettanti ai componenti della Giunta. Gli importi che verranno corrisposti – ha concluso, con chiarezza categorica, il sindaco – dipenderanno dalla situazione soggettiva di sindaco e assessori”. Il Movimento Cinque Stelle di Grotte aveva invece parlato, prima della smentita del sindaco Provvidenza, “di un maggiore importo annuale di 35.049,31 euro rispetto all’analogo costo della Giunta Fantauzzo”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento