Mozione di sfiducia per Alba, è guerra intestina: gli attivisti disconoscono i colleghi

I consiglieri rimasti al fianco del sindaco: "Perché proprio adesso che sono stati raggiunti e si stanno raggiungendo risultati mai conseguiti prima? Forse perché Anna Alba non vuole essere il giocattolo di nessuno?"

Il sindaco di Favara Anna Alba

Sette consiglieri del Movimento Cinque Stelle hanno firmato la mozione di sfiducia per il sindaco di Favara, Anna Alba. Non il segnale - ma il simbolo - di una "guerra intestina" che è in corso da tempo ormai. Ventiquattro ore dopo gli attivisti del meetup Favara 5 Stelle hanno preso le difese, dicendosi "sconcertati dall'atteggiamento di alcuni consiglieri comunali della città", di Anna Alba. 

"Vi rendete conto?? Loro Movimento 5 stelle che voglio sfiduciare lo stesso Movimento 5 stelle, tipo Salvini che ha sfiduciato se stesso - hanno scritto gli attivisti - . Una mozione di sfiducia articolata presentata anche dagli ex consiglieri di maggioranza che hanno il coraggio di definirsi ancora del gruppo Movimento 5 Stelle, ma che nella realtà dei fatti Cinque Stelle hanno meno di zero ed evidentemente non lo sono mai stati - spiegano - . Consiglieri comunali sconosciuti alla città - vanno all'attacco gli attivisti - . Consiglieri comunali che hanno fatto di tutto (e diciamo di tutto) per abbattere l'amministrazione Alba per mero interesse politico personale, un esempio su tutti la bocciatura dello spostamento del mercato settimanale da zona Ambrosini a via Cicero e di Francisca, perchè vicino l'abitazione di qualche consigliere comunale. Si è 5 stelle dentro e fuori, diversamente si è opportunisti, quindi pseudo 5 stelle".

Mozione di sfiducia per il sindaco Alba: a firmarla anche consiglieri M5S

La ricostruzione degli attivisti entra dunque nel merito: "Consiglieri comunali pseudo 5 stelle che hanno costretto la sindaca, con minacce politiche, ad un azzeramento di Giunta nel pieno del lavoro amministrativo. Consiglieri comunali pseudo 5 stelle che dopo quello stesso azzeramento hanno abbandonato i propri assessori non venendo nemmeno al giuramento degli stessi. Consiglieri comunali pseudo 5 stelle che hanno votato contro una variazione di bilancio sulla difesa legale dell'ente comune, per ripicca politica; che fanno commissioni solo per prendere il gettone di presenza, discutendo del nulla; che successivamente all'uscita dalla maggioranza fanno dimettere gli assessori da loro stessi proposti. Consiglieri comunali pseudo 5 stelle che prendono rimborsi spese organizzando commissioni in orari poco consoni, qualcuno fino a 10.000 euro l'anno, scriviamo questo - spiegano - perchè ci risulta che taluni consiglieri in campagna elettorale dicevano che le commissioni si dovevavo fare fuori dall'orario lavorativo per far risparmiare l'ente Comune".

A Favara, l'aria - politica - s'è fatta elettrica. E le ipotesi - in questo caso esplicitate - sono molteplici: "C'è forse un gioco politico più alto e articolato, che vuole impedire alla prima giovane sindaca donna di portare il metano a Favara? - scrivono gli attivisti - . Che non accetta l'attuazione, dopo 30 anni di stasi, del piano regolatore generale? Che non accetta l'attuazione, dopo 20 anni del Put (Piano urbano del traffico)? Che non vuole far dare meriti a questa amministrazione dei 5 progetti riqualificazione dell'ex carcere di Favara, della villa Ambrosini, di villa Giufà, del giardino della memoria di via Berlinguer, e della biblioteca comunale? Che non vuole far dare meriti a questa amministrazione dell'approvazione del bilacio triennale di un Comune in dissesto finanziario con 43 milioni di debiti per uscire dallo stesso dissesto? - hanno continuato enucleando tutti i risultati fino ad ora raggiunti" - . 

"Dov'erano loro quando la sindaca fissava le riunioni programmatiche delucidative per spiegare l'attività amministrative? Noi c'eravamo, loro no! Questa mozione di sfiducia accende tanti perchè, uno su tutti, però, è: perchè proprio adesso che si sono raggiunti e si stanno raggiungendo risultati mai conseguiti prima? Forse perchè Anna Alba non vuole essere il giocattolo di nessuno?". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento