Elezioni Agrigento, Alessi scioglie la riserva: «Voglio andare avanti»

"Voglio andare avanti. Perché insieme possiamo e dobbiamo riprenderci quello che Agrigento e noi agrigentini meritiamo. Io continuo a essere candidato e sono il candidato degli agrigentini", ha detto Alessi nella sua conferenza stampa

Piero Marchetta, Silvio Alessi e Peppe Vita

«L’ho sempre sottolineato e continuo a ribadirlo: io sono un uomo libero, un 'non politico', un imprenditore, un cittadino che ha voluto mettersi in gioco.
Ho scelto di mettere la mia esperienza professionale e umana al servizio di una città, la nostra città, che merita di riacquistare dignità.
Ho scelto di candidarmi perché ho visto in “Agrigento 2020” il progetto e gli uomini giusti per cambiare marcia e per guardare finalmente al futuro della nostra martoriata città: perché qui cresceranno i miei figli, qui cresceranno i nostri figli
».

Così inizia il discorso di Silvio Alessi che in conferenza stampa stampa stamattina ha sciolto le riserve sulla propria candidatura a sindaco di Agrigento.

«Abbiamo così sottoscritto il patto di coalizione e sono state indette le primarie. Ecco, questo mi ha convinto. I protagonisti della scelta sarebbero stati proprio gli agrigentini, quei cittadini da anni messi da parte dalla classe politica. Proprio quegli agrigentini che hanno dato tanto ai politici e che hanno ricevuto poco, forse niente. Il 22 marzo a questo storico momento di democrazia per Agrigento partecipano 4.150 cittadini: un successo che supera le previsioni. La risposta alle polemiche è arrivata direttamente degli agrigentini che hanno lanciato un nobile messaggio: ad Agrigento si può cambiare e tutti insieme.
Ma dopo gli attacchi mediatici arrivano anche le polemiche interne ai partiti
».

Poi ha proseguito dicendo di non volere commentare quanto accaduto in questi giorni. «Come sapete ho ritenuto necessario fermarmi e riflettere. E in questi giorni io ho pensato e ripensato solo ed esclusivamente ai 4.150 agrigentini che hanno scelto di perdere mezz’ora della loro domenica per partecipare a un progetto amministrativo. Per decidere loro, direttamente, chi dovesse rappresentarli. Ho pensato a loro e a cosa passasse nelle loro teste. Silvio Alessi è stato scelto dai cittadini come candidato, Silvio Alessi è stato scelto come rappresentate del progetto civico chiamato “Agrigento 2020”.

Io voglio rispettare gli agrigentini e non voglio che cadano nella rete delle logiche politiche che tanto abbiamo voluto tenere lontano. Per questo con loro, con i cittadini, con gli agrigentini che come me vivono ogni giorno le difficoltà quotidiane voglio andare avanti. Perché insieme possiamo e dobbiamo riprenderci quello che Agrigento e noi agrigentini meritiamo. Io continuo a essere candidato e sono il candidato degli agrigentini, a partire da quelli che già hanno dimostrato di credere a questo progetto e dei tanti altri che vorranno contribuire al rilancio della nostra Agrigento».

Alessi ha dichiarato di volere andare avanti assieme agli agrigentini e «assieme a questi due uomini: Piero Marchetta e Peppe Vita che rappresentano la squadra di partenza. Un progetto unitario, coerente e trasparente. Relativamente ai partiti e ai movimenti che fanno parte di “Agrigento 2020” e a tutte le forze moderate che vorranno abbracciare il progetto chiedo di ufficializzare la loro posizione con la trasparenza e la coerenza che ci contraddistingue. Noi comunque andiamo avanti. Io continuerò a stare al fianco degli agrigentini, con una consapevolezza in più: solo partendo dalla gente, dai cittadini, da chi affronta ogni giorno i problemi, Agrigento potrà riscattarsi. E per questo noi, e chi crede in questa questo progetto di rilancio, siamo sempre più pronti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: una persona in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

  • Bimba di 9 anni muore per aneurisma cerebrale, atto d'amore dei genitori: donati gli organi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento