Fotomontaggi con Di Mauro e Micciché, il candidato: "Denuncerò la macchina del fango"

Il medico segnala che agirà legalmente per individuare il responsabile della presunta diffamazione

Franco Micciché

La campagna elettorale non è ancora iniziata, ma c'è già margine per il ricorso alle vie legali, per le denunce e le diffamazioni.

A denunciare di essere al centro di una "macchina del fango" è il candidato Franco Micciché, di cui circolerebbe in queste ore una grafica che lo vedrebbe ritratto come una marionetta nelle mani di Roberto Di Mauro, che dell'ex assessore è, comunque, forte sponsor politico. Un'immagine creata per lo scopo di danneggiare l'immagine del medico, il quale si è già rivolto alla polizia postale.

Davide Lo Presti (Restiamo ad Agrigento): "Si abbassino i toni, noi diversi da tutti gli altri"

"Agrigento - dice in una nota - si conferma, ancora una volta, una città difficile anche da servire. Non è passato infatti molto tempo dalla mia decisione di candidarmi a sindaco, che subito qualcuno, facilmente individuabile, forse preoccupato della mia candidatura e dal mio impegno, ha pensato bene di reagire nel modo più becero e pusillanime possibile, mettendo in giro immagini manipolate.  Un’azione indegna - continua - che offende contemporaneamente e in malo modo sia la mia persona che quella di tanti altri. Primo fra tutti l’onorevole Di Mauro, la seconda carica dell’Assemblea Regionale Siciliana. (...) La macchina del fango che si è appena messa in moto - continua - colpisce indirettamente e probabilmente anche inconsapevolmente anche gli altri parlamentari regionali e nazionali che hanno deciso di sostenere la mia candidatura. Per non parlare dei tanti rappresentanti del mondo delle professioni che hanno appoggiato direttamente la mia campagna elettorale mettendoci la faccia. Ma tutto questo evidentemente ancora non è conosciuto dai gestori della macchina del fango che hanno come unica informazione quella dell’appoggio dell’onorevole Di Mauro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento