Agrigento, il Consiglio elegge un nuovo revisore: solo parole o accordo politico?

Basterebbe guardare i voti ottenuti per l'elezione del revisore per notare inevitabilmente una chiara "somiglianza" con le dinamiche che hanno portato all'elezione di Carmelo Settembrino a presidente del Consiglio comunale

L'aula del Consiglio comunale di Agrigento

Il Consiglio comunale di Agrigento ha eletto, nella seduta di ieri sera, il nuovo componente del Collegio dei Revisori dei Conti dell'Ente. Si tratta dell'agrigentino Emilio Agnello, eletto con 17 voti raggiunti grazie all'unione tra Ncd, Mpa e Pd. Ad astenersi, uscendo dall'aula, soltanto il gruppo di Forza Italia.

Comunque sia, basterebbe guardare i voti ottenuti per l'elezione del nuovo revisore per notare inevitabilmente una chiara "somiglianza" con le dinamiche che hanno portato all'elezione di Carmelo Settembrino a presidente del Consiglio comunale soltanto poche settimane fa. Gli equilibri confermerebbero, dunque, un asse di maggioranza trasversale all'interno del Consiglio comunale, che vede una compattezza tra Ncd, Mpa e Pd. E se, al di là delle parole, si sia trattato di un accordo che prevedeva l'elezione del presidente e del revisore?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

  • Su e giù dai carri e continue risse, il questore "ferma" il Carnevale di Palma

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento