Democrazia partecipata, si discute il regolamento in Consiglio comunale

la consigliera Marcella Carlisi del Movimentio 5 Stelle: "Interpretazione soggettiva da parte di alcuni esponenti della maggioranza"

Marcella Carlisi

“Evidentemente il concetto di democrazia viene interpretato soggettivamente da alcuni esponenti della maggioranza del Consiglio comunale". Lo scrive in una nota la consigliera Marcella Carlisi del Movimentio 5 Stelle, alla vigilia della seduta consiliare con all'ordine del giorno l’approvazione del “Regolamento per il bilancio partecipativo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tale provvedimento, presentato dal Movimento 5 Stelle, - scrive Carlisi - prevede che le proposte presentate da parte della cittadinanza siano sottoposte ad una stretta valutazione da parte dei consiglieri, del sindaco e degli assessori, sulla fattibilità, costi, perseguimento dell’interesse generale e compatibilità con atti comunali già approvati. Ebbene due consiglieri comunali appartenenti alla maggioranza politica in Aula Sollano, vorrebbero emendare il regolamento, prevedendo una ennesima valutazione definitiva ed insindacabile, da parte della giunta comunale, volendo palesemente così prescrivere, una verifica politica delle voci proposte dai cittadini, che devono essere 'compatibili' con i piani di intervento e di indirizzo dell’azione amministrativa; insomma l’ultima parola spetta al sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento