Democrazia partecipata, si discute il regolamento in Consiglio comunale

la consigliera Marcella Carlisi del Movimentio 5 Stelle: "Interpretazione soggettiva da parte di alcuni esponenti della maggioranza"

Marcella Carlisi

“Evidentemente il concetto di democrazia viene interpretato soggettivamente da alcuni esponenti della maggioranza del Consiglio comunale". Lo scrive in una nota la consigliera Marcella Carlisi del Movimentio 5 Stelle, alla vigilia della seduta consiliare con all'ordine del giorno l’approvazione del “Regolamento per il bilancio partecipativo”.

"Tale provvedimento, presentato dal Movimento 5 Stelle, - scrive Carlisi - prevede che le proposte presentate da parte della cittadinanza siano sottoposte ad una stretta valutazione da parte dei consiglieri, del sindaco e degli assessori, sulla fattibilità, costi, perseguimento dell’interesse generale e compatibilità con atti comunali già approvati. Ebbene due consiglieri comunali appartenenti alla maggioranza politica in Aula Sollano, vorrebbero emendare il regolamento, prevedendo una ennesima valutazione definitiva ed insindacabile, da parte della giunta comunale, volendo palesemente così prescrivere, una verifica politica delle voci proposte dai cittadini, che devono essere 'compatibili' con i piani di intervento e di indirizzo dell’azione amministrativa; insomma l’ultima parola spetta al sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento