Coronavirus, la terza commissione: "Disinfettare scuole e uffici pubblici"

I consiglieri chiedono all'Amministrazione l'adozione di misure straordinarie ai fini della tutela della salute pubblica

"Disinfestare scuole e uffici pubblici al fine di prevenire l'eventuale propagazione del Coronavirus", anche in assenza, fortunatamente, di casi conclamati del "Covid-19". A chiederlo, formalmente, è stata la 3a commissione consiliare presieduta da Giorgia Iacolino e composta dai consiglieri Mariassunta Di Matteo, Calogero Alonge e Nuccia Palermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’evoluzione sfavorevole della situazione sanitaria - dicono - impone maggiore senso di responsabilità e tutela per la salute pubblica. Sul tema si è discusso ampiamente e si è evidenziata l’ordinanza del Ministero della Salute che impone l’adozione di misure preventive al fine di evitare la trasmissione del virus a difesa della comunità. Al contempo - continuano i consiglieri - è necessaria un’opera di capillare informazione a fronteggia un’emergenza dagli sviluppi non ancora prevedibili. La commissione - concludono - chiede, in via preventiva, al sindaco e agli assessori competenti, urgente disinfestazione in tutte le scuole di ogni ordine e grado ed in tutti gli uffici comunali al fine di salvaguardare la salute pubblica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento