"Delibera di giunta in conflitto d'interessi", Coltiviamo le idee chiede dimissioni di Turrisi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il gruppo consiliare di opposizione “Coltiviamo le Idee” chiede a gran voce le dimissioni dell'assessore Vincenza Turrisi, rea di avere espresso il proprio voto favorevole ad una delibera di giunta con la quale è stata disposta un'integrazione di oltre 30 mila euro, buona parte dei quali destinati alla ditta del fratello.

E' una vicenda della quale ci siamo occupati pochi giorni fa e che a Burgio ha suscitato parecchia indignazione tra la cittadinanza.

La Giunta Matinella, esattamente 48 ore dopo la pubblica denuncia dei consiglieri di opposizione, si è riunita al fine di annullare in autotutela la delibera incriminata, ma ciò non ha spento le polemiche e le proteste di quanti a Burgio pretendono le dimissioni dell'assessore Turrisi.

I consiglieri di opposizione Enzo Galifi, Domenico Arrigo e Calogero Piazza si dicono sgomenti innanzi al dilettantismo che emerge in capo non solo all'assessore Turrisi ma, altresì, al dott. Francesco Matinella, Primo Cittadino di Burgio.

“Entrambi hanno dato dimostrazione – sostiene il consigliere Galifi – di non conoscere il TUEL e lo Statuto comunale, nonostante il sindaco svolga attività politica da oltre due lustri. In questi 13 mesi – continua – a Burgio ne abbiamo viste di tutti i colori, tra assessori che vanno in giro indossando la fascia tricolore del sindaco pur non avendone alcun diritto e gente che definisce l'agricoltura un settore strategico sul quale puntare come volano di crescita, ma poi destina zero euro a codesta voce in sede di bilancio di previsione”.

“Sembra di assistere ad una sorta di commedia – gli fa eco il consigliere Domenico Arrigo – dove prima viene approvata una delibera in palese contrasto con la normativa vigente, poi si corre frettolosamente ai ripari cercando, con un certo affanno e un evidente imbarazzo, di porre rimedio ad una situazione grottesca. Quello che è accaduto a Burgio è inaccettabile: noi consiglieri comunali abbiamo il dovere di non far finta di niente, invocando energicamente un drastico cambio di rotta e pretendendo le dimissioni dell'assessore Vincenza Turrisi. Proprio stamani ne abbiamo presentato formale richiesta”.

“Lo scalpore originatosi da questa vicenda a Burgio è stato comprensibilmente enorme – afferma il consigliere Piazza – stante il palese conflitto di interessi in capo all'assessore Vincenza Turrisi. L'anzidetta messa di fronte alle proprie responsabilità, figlie di un modus operandi discutibile, deve compiere un improcrastinabile passo indietro. Noi consiglieri di opposizione esortiamo l'assessore Turrisi a prendere atto della propria manifesta incapacità a ricoprire l'incarico assegnatole il 15 giugno dello scorso anno dal Primo Cittadino rassegnando le dimissioni senza alcun indugio”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento