Caos amministrativo a Casteltermini, Pellitteri: "La Procura indaghi su alcuni episodi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L’avv. Filippo Pellitteri ha, in data odierna, sollecitato le Autorità preposte a provvedere ai dovuti adempimenti a seguito della Ordinanza di sospensione del 23.08.2019 della Corte di Appello di Palermo – sezione feriale- della disposta sostituzione del sindaco Ineleggibile con l’avv. Pellitteri che ne ha diritto.
Il legittimo Sindaco del Comune di Casteltermini, sospeso dalla carica in attesa della decisione della Corte di Cassazione, ha, inoltre, chiesto di far chiarezza sugli illeciti eventualmente compiuti o ancora da compiere da parte di soggetti non legittimati all’esercizio delle funzioni. Nello specifico alcuni componenti della decaduta giunta Nicastro hanno pubblicizzato mediaticamente l’acquisizione delle cariche pubbliche di cui all’art. 12, comma 11, L.R. 7/1992, agli stessi in alcun modo spettanti, avvertendo che l’indomani 27/08/2019, sarebbero stati ricevuti da S.E. il Prefetto.
L’Avv. Pellitteri, pertanto, ha invitato le Autorità competenti a nominare immediatamente il previsto Commissario Straordinario esclusivamente sino all’esito del pendente giudizio di Cassazione. L’avv. Pellitteri precisa, per far chiarezza,  che non potranno essere indette nuove elezioni fino all’esito del pendente giudizio di Cassazione e solo nella denegata ipotesi di annullamento della parte della sentenza di appello nella parte in cui viene sostituito il sindaco ineleggibile con quello che ne ha diritto.
Invita, altresì, a non legittimare ed a far semmai cessare, con qualunque mezzo, i comportamenti illeciti eventualmente posti in essere da componenti della giunta Nicastro, quest'ultimo dichiarato ineleggibile dalla Corte di Appello di Palermo, sollecitando la Procura della Repubblica ad approfondire le circostanze allegate.
 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento