Iacolino: "Ancora razzismo, il mondo della scuola faccia prevalere buon senso"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“La triste esperienza di una ragazza meridionale di Foggia, a cui è stata rifiutata la possibilità di sottoscrivere un contratto di locazione di un immobile nei pressi di Milano, da una donna dichiaratasi razzista ed orgogliosamente salviniana, dà la misura della presenza di forme radicate di razzismo e di insopportabili diseguaglianze ancora presenti nel nostro Paese.

Al di là della evidente rozzezza  senza appello di chi -rifiutando di concedere in locazione l’immobile-ha affermato che “terroni, neri e rom, per me sono la stessa cosa”, resta la considerazione che il clima di odio e di tensione sociale abbia riacceso il contrasto,mai spento del tutto,Nord-Sud.

All’esordio del nuovo anno scolastico potrebbe tornare utile per il ministro della Pubblica Istruzione-o semplicemente una linea guida di buon senso per le scuole ed i docenti-la previsione di un'offerta formativa che riscopra il rispetto delle tradizioni e della specificità dei territori del popolo italiano.

Perché prima di conoscere l’Europa ed il mondo-conclude Giorgia Iacolino-la scuole e la famiglia dovrebbero insegnare la storia della Patria e preparare al rispetto dell’altro, senza pregiudizi o sgangherati comportamenti, infarciti di ignorante  e bieco provincialismo”

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento