Respinta la richiesta di incandidabilità dell’ex sindaco di Camastra, Pullara: "Chiusa una spiacevole pagina"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Leggo con soddisfazione che il tribunale civile di Agrigento ha respinto la richiesta di incandidabilità per l’ex sindaco di Camastra Angelo Cascià e per il vice sindaco Vincenzo Urso. 

Il ministero dell’Interno aveva, con decretato, ordinato lo scioglimento del consiglio comunale di Camastra nell’aprile del 2018, per infiltrazioni mafiose.

A favore dell’ex sindaco e del suo vice i legali hanno dimostrato ciò che poi è stato accolto dal tribunale di Agrigento la piena regolarità della gestione amministrativa del Comune. Giustizia è stata fatta per chi come Cascià ed Urso hanno dedicato la loro vita al servizio della comunità ed in particolare di quella Camastrese.

Mettendo alla spalle questa spiacevole pagina, auguro ad Angelo Cascià e a Vincenzo Urso di continuare la loro attività politica con la stessa dedizione ed entusiasmo profuso in questi anni di attività.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento