Tarsu: Farruggia e Galvano chiederanno di abolire le sanzioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La vicenda delle bollette Tarsu e Ici, inviate ai contribuenti evasori, continua a tenere banco nei discorsi di tutti i raffadalesi. Dopo la lettera aperta inviata dal sindaco a tutti i cittadini, nella quale Cuffaro spiega anche i vantaggi che ne deriveranno dall'aver fatto emergere tutto il non dichiarato, anche il Consiglio comunale sarà chiamato ad esprimersi sulla vicenda.

Sabato prossimo si riunirà infatti il civico consesso, in seduta straordinaria, per pronunciarsi sulla proposta di riduzione delle sanzioni e degli interessi a carico dei cittadini. Intanto, il vicesindaco Santino Farruggia e l'assessore Salvatore Galvano, ultimi arrivati nella giunta Cuffaro, fondatori del comitato civico "Uniti per Raffadali", prendono atto della situazione di grave confusione per la comunità raffadalese e intendono mettersi a disposizione di tutti i cittadini.
 

"Dato il momento di particolare crisi - concludono i due - è necessario che vi sia uno sforzo da parte di tutti i cittadini di buona volontà, da un lato contro l'evasione fiscale da parte di cittadini un po' "furbetti", dall'altra parte però si condanna fermamente la malafede di tutti coloro che, politici, pseudo associazioni della società civile Raffadalese ed avventurieri dell'ultima ora hanno inteso screditare e diffamare l'operato di un'amministrazione da sempre a fianco dei cittadini".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento