Bilancio previsionale 2018, il Consiglio approva sul filo di lana

Decisivi, come prevedibile, gli astenuti dell'area di Forza Italia e di Pensiero libero che hanno consentito di mantenere il numero legale in aula abbassando il quorum necessario per il voto

Nessuno ci avrebbe scommesso, forse nemmeno i diretti interessati. Alla fine però il Consiglio comunale di Agrigento, al primo tentativo, ha approvato il bilancio 2018 con 10 si, 5 astenuti e 3 no. Se le uniche opposizioni sono arrivate dai consiglieri Vullo, Vaccarello e Carlisi, decisivi sono stati gli astenuti di Forza Italia e Pensiero Libero,perché hanno consentito di poter votare il documento anche se con un numero di favorevoli inferiore alla metà più uno dei presenti. Una strategia che non è assolutamente nuova, e che, anzi, ha ormai inaugurato la stagione di una sorta di "appoggio esterno" all'amministrazione Firetto che appunto non vede un impegno diretto con un voto favorevole alle proposte, ma piuttosto una sorta di "patto di non belligeranza", proprio mentre l'area Dimauriana ha, di converso, inasprito la propria opposizione. Un risultato che è stato comunque "favorito" anche da allontanamenti strategici dall'aula, di consiglieri non di maggioranza che, per evitare che i "no" diventassero 5, hanno preferito uscire alla chetichella. Scene già viste.

Bilancio, il commissario: "Approvare entro 30 giorni o sanzioni per i consiglieri comunali"

Sulla seduta in sé c'è poco da dire. Amministrazione e uffici non hanno potuto che ammettere che non è normale il ritardo con cui il documento è arrivato in aula, dato che sarebbe dovuto essere approvato il 31 marzo scorso, ovvero quando c'era ancora qualcosa da poter prevedere. Di converso si è ribadito che al momento l'Ente non è in condizione di essere più puntuale, anche per problemi organizzativi degli uffici ma, soprattutto, stante la grande situazione di incertezza in cui versa il sistema degli enti locali. Così tra una giustificazione e un'altra il punto è comunque scivolato per le circa 5 ore di dibattito, consentendo anche di approvare alcuni emendamenti tecnici che gli uffici hanno dovuto inserire per correggere il tiro del bilancio dopo le criticità rilevate dai revisori dei conti, i quali fino all'ultimo non hanno voluto ritirare il proprio parere negativo allo strumento finanziario, rispetto al quale gli uffici hanno proposto una sorta di riscontro punto su punto che, oggettivamente, in alcuni casi concordava addirittura con la critica dei revisori.

Bilancio realizzato "parzialmente" secondo legge, i revisori danno parere negativo

Ai lavori hanno partecipato, anche alcuni precari, che hanno voluto assistere alle fasi di approvazione del bilancio, manifestando preoccupazione per il rischio, fino a ieri concreto, che questo fosse bocciato o rinviato. In realtà proprio ieri erano stati i sindacati ad attaccare l'Amministrazione contestandole il fatto di aver fermato le procedure di stabilizzazione, sostenendo che esse nulla o quasi nulla hanno a che spartire con l'approvazione o meno del bilancio.

Sindacati: "Non si fermino le procedure di stabilizzazione dei precari agrigentini"

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Calorie, proprietà e utilizzi delle ciliegie

  • Tipe da spiaggia: cosa mi metto?

I più letti della settimana

  • L'incidente di Caltabellotta si trasforma in tragedia: è morto il 22enne di Lucca Sicula

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Si ribalta il trattore e un uomo resta incastrato: il 60enne non è in pericolo di vita

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • "Vieni a fare le pulizie a casa mia": 29enne minacciata di morte e stuprata, arrestato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento