Bilancio di previsione al Comune di Favara, Rifondazione comunista: "Abbiamo diversi dubbi"

Il segretario provinciale, Antonio Palumbo insorge: "Perché tutto questo riserbo sull’intera vicenda? Siamo di fronte ad un nuovo dissesto?

Occhi puntati sull’attuale situazione politica ed economica di Favara. A volere fare il punto della situazione è stato il partito di rifondazione comunista, “La sinistra”.

"Le recenti dimissioni dei tre assessori comunali della giunta Alba, l’abbandono della maggioranza consiliare da parte del consigliere Sanfratello, le dimissioni da consigliere comunale prima protocollate e  poi ritirate di un  esponente del movimento 5 stelle, i malumori in seno alla maggioranza , il silenzio assordante dell’opposizione consiliare,  descrivono un momento difficile e complicato della politica cittadina e soprattutto della gestione della cosa pubblica". A parlare è il segretario provinciale, Antonio Palumbo. 

"Da osservatori esterni - dice - non riusciamo a capire cosa stia succedendo, del resto nulla trapela dal palazzo, diventato ormai una fortezza inespugnabile, nessuno riesce veramente a spiegarsi il perché proprio ora tutta questa fretta nel prendere le distanze dall’amministrazione e dalla sua maggioranza ufficiale e non. A questo punto ci poniamo delle domande per le quali gradiremmo delle risposte da parte di chi in questo momento gestisce, maggioranza ed opposizione, la cosa pubblica nella nostra città. Circa un mese fa è arrivata al comune di Favara  una nota da parte del Ministero dell’Interno nella quale si chiedevano chiarimenti in merito al bilancio di previsione 2016 – 2018 , approvato dal consiglio comunale nel maggio del 2019; di quella nota  nessuno ne sa niente, in pieno stile 5 Stelle, sembra un  documento top secret , una nota personale indirizzata al sindaco ed ai dirigenti, e a pochi altri intimi della quale nessuno deve sapere niente; in realtà in quello che dovrebbe essere un  documento pubblico c’è gran parte del nostro futuro come città. Ci chiediamo: non è che il fuggi, fuggi di questi giorni è legato al contenuto di quella nota? Non è che il silenzio e la mancanza di informazione in merito sono legati al fatto che Sindaco, dirigenti  e consiglio comunale tutto l’hanno fatta grossa approvando a suo tempo un bilancio fasullo', ed oggi non sanno più che pesci prendere?  In quella nota il ministero chiede di sapere cosa contiene il bilancio:  dalla mole di documenti aggiuntivi e dei chiarimenti richiesti sembra quasi che il bilancio approvato ed inviato al Ministero contenga solo le cifre , ma non anche gli allegati; in particolare, il ministero chiede di poter conoscere il dettaglio delle cifre che il comune ha messo in bilancio per ciascuna singola voce in entrata come Tari, Tasi, Imu, occupazione suolo pubblico, sanzioni, ecc…, sia quelle di previsione, ma soprattutto quelle relative alle somme realmente incassate, visto che al momento dell’approvazione, maggio 2019, la situazione reale del bilancio 2018 era conoscibile. Da quello che si evince dalla lettura delle carte il ministero chiede, inoltre, di sapere se le somme messe in entrata per chiudere il bilancio sono state realmente incassate e se tra queste ci sono quelle derivanti dall’evasione di tributi degli anni precedenti al 2015, in questo ultimo caso, infatti, oltre ad essere conteggiate in entrata dovrebbero essere messe anche in uscita. Vi chiediamo quindi: il bilancio stabilmente equilibrato è stato chiuso utilizzando dei trucchi contabili ? Si ratta di un b ilancio 'falso'? Siete nelle condizioni di rispondere al Ministero? Perché tutto questo riserbo sull’intera vicenda? Siamo di fronte ad un nuovo dissesto? Lo nascondete alla città nella speranza di prolungare il mandato il più possibile alle spalle dei favaresi? Nell’attesa di risposte chiare ed esaustive, aspettiamo e speriamo che prendiate coscienza dei danni causati alla nostra città e pensiate seriamente alle dimissioni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento