Palumbo: "Avete salvato Alba, adesso prendetevene la responsabilità"

Il segretario provinciale di Rifondazione comunista interviene dopo la mancata sfiducia al sindaco

Mancata sfiducia al sindaco Anna Alba, proseguono le reazioni politiche. Ad andare all'attacco del Consiglio comunale che ha "salvato" il primo cittadino di Favara è il segretario provinciale di Rifondazione comunista e già consigliere comunale Antonio Palumbo, il quale, se da un lato precisa di non voler entrare "nel merito della discussione svolta durante il Consiglio comunale sulla sfiducia", caratterizzato a suo dire anche da momenti scarsa qualità, dall'altro chiede ai consiglieri che hanno "salvato" con scelte dirette o indirette il primo cittadino, se sono "consapevoli della scelta. Sapete voi - si chiede ancora - quali responsabilità vi siete assunti? Sapete voi, compresi gli assenti e gli astenuti, che da oggi in poi la gente si aspetta un comportamento serio e responsabile? È finito il tempo del teatrino, avete avuto la possibilità di chiudere un’esperienza che voi stessi prima di oggi avete definito negativa e fallimentare, una vera piaga per Favara. Avete cambiato idea - conclude - ma da oggi pretendiamo che vi assumiate le responsabilità delle vostre azioni, e vi avvisiamo che saremo là a controllarvi, saremo là a ricordarvi sempre la vostra attuale scelta, da oggi in poi non sarete più liberi di farvi i fatti vostri, da oggi in poi vi chiederemo conto delle vostre azioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: una persona in ospedale

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento