Giusi Nicolini dopo la sconfitta: "Se avessi voluto fare carriera politica, non mi sarei ricandidata a sindaco"

Parla l'ex sindaco di Lampedusa e Linosa, schiacciata dall'esito delle amministrative che ha assegnato a Totò Martello la poltrona di capo dell'amministrazione delle Pelagie

"Mi sono ricandidata perché ci tenevo a completare il lavoro avviato in questi 5 anni, per raggiungere traguardi importanti e cambiamenti rilevanti nelle nostre isole. Non è stato possibile. E sono convinta che non siano state le posizioni in tema d'accoglienza che hanno prodotto questo risultato". Lo dice Giusi Nicolini, ormai ex sindaco di Lampedusa e Linosa, spodestata stanotte dal candidato, già sindaco delle Pelagie, Totò Martello.   

LEGGI ANCHE: Totò Martello torna ad essere sindaco 

"In questi anni, in materia di immigrazione, ho solo raccontato il ruolo di Lampedusa - spiega - . Abbiamo sconfitto l'emergenza immigrazione e siamo riusciti a dare spazio al turismo. Le ragioni della mia sconfitta vanno ricercate altrove: sul futuro delle isole, sull'uso del territorio, sull'espansione edilizia e la lotta alla corruzione. Stavamo facendo un grande lavoro. Non è stato apprezzato".

Il leitmotiv della campagna elettorale è stato uno soltanto: i premi ed i riconoscimenti che Giusi Nicolini ha raccolto durante il suo mandato.

LEGGI ANCHE: Tutti i voti al consiglio comunale

"Mi hanno attaccato tutti per questo, ma ho solo portato il nome di Lampedusa nel mondo - spiega - . Non ho fatto alcuna carriera politica, ho rifiutato la candidatura alle Europee nell'aprile del 2014. La volontà di ricandidarmi a sindaco dimostra il contrario. Papa Francesco è venuto a Lampedusa per Lampedusa, non per il sindaco. Il presidente della Repubblica - spiega - perché sono stata brava ad organizzare l'inaugurazione del museo. Se avessi voluto utilizzare la mia visibilità in termini personali - ammette - non mi sarei neppure ricandidata a sindaco, avrei perseguito la carriera politica e non avrei nemmeno subito l'umiliazione della sconfitta. Ho lavorato, in questi anni, - conclude - soltanto per il bene delle isole e non certamente per me".

LEGGI ANCHE: Flop della Nicolini alle urne 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento