Questione "Esseneto", Di Rosa: "Il Consiglio comunale non è colpevole"

Il politico agrigentino ha invitato la presidenza a convocare in tempi rapidi la conferenza dei capigruppo, allargandola agli indipendenti, per prendere con immediatezza posizione pubblica rispetto alle affermazioni effettuate

Giuseppe Di Rosa

"Questo Consiglio comunale non può assolutamente essere vittima di macchinazioni come quelle attualmente adottate da chi fino a ieri non ha fatto nulla per questa città".

Il vice presidente del Consiglio comunale Giuseppe Di Rosa interviene dopo le dichiarazioni rilasciate alla stampa dal presidente dell'Akragas Silvio Alessi, che riferendo una conversazione avuta con il sindaco facente funzioni Piero Luparello, ha affermato che quest'ultimo avrebbe garantito che le autorizzazioni rispetto ai lavori da effettuare allo stadio “Esseneto” erano già pronte e che sarebbero dovute passare al vaglio del Consiglio comunale.

"Questo - prosegue Di Rosa - lasciando intendere che in questo momento la responsabilità della vicenda sia in mano al Consiglio comunale, fatto che ha già scaldato gli animi di alcuni tifosi che hanno già iniziato ad additare i consiglieri come colpevoli di non aver approvato questi atti. Ebbene, preciso che l'ufficio di presidenza non ha ad oggi ricevuto nessuna proposta di delibera, men che meno con carattere di urgenza, e di conseguenza tutto quanto è stato detto in merito è falso. Qualcuno - aggiunge - sta cercando di mettere in cattiva luce  questo Consiglio comunale addossandoci responsabilità che ad oggi non abbiamo e che sono semmai imputabili a questi lunghi anni di disamministrazione della città da parte di Zambuto, il sindaco di Piero Luparello"

Di Rosa ha invitato la presidenza a convocare in tempi rapidi la conferenza dei capigruppo, allargandola agli indipendenti, per prendere con immediatezza posizione pubblica rispetto alle affermazioni effettuate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento