Solidarietà, l'Auser di Ribera festeggia i trent'anni

Un incontro si è svolto nella sede sociale di corso Regina Margherita, alla presenza tra gli altri del presidente regionale dell’Auser Pippo Di Natale e del presidente provinciale Piero Mangione

Un momento dell'incontro

Sono stati festeggiati a Ribera i trent’anni di vita dell’associazione di volontariato “Amici della Terza età – Auser Ribera” con un incontro tenuto nella sede sociale di corso Regina Margherita e alla presenza tra gli altri del presidente regionale dell’Auser Pippo Di Natale, del presidente provinciale Piero Mangione e della referente territoriale del Centro servizi per il Volontariato di Palermo (Cesvop).  All’affollato incontro hanno partecipato anche delegazioni dell’Auser di Naro, Agrigento e Canicattì,

Nel corso della manifestazione, che è stata coordinata dal giornalista Totò Castelli, vice presidente dell’Auser Ribera, e che è stata aperta dal saluto dell’Auser Ribera Giovanna Valenti, sono stati proposti alcuni momenti artistici a cura del riberese  Roberto Piparo, attore, scrittore e regista e del favarese  Antonio Zarcone, cultore ed esecutore di canti popolari siciliani.

Nel corso della manifestazione, denominata “Auser Ribera – Trent’anni insieme” e che ha visto anche gli interventi del sindaco di Ribera Carmelo Pace e di Paolo Ganduscio, erede del pacifista riberese Giuseppe Ganduscio,  sono stati consegnati i premi del concorso nazionale di poesia “Giuseppe Ganduscio, una poesia per la pace”, che la giuria formata da Giovanna Valenti, Enza Indelicato, Maria Vento e Elvira Manca, ha assegnato  a Salvatore Amico di Caltanissetta, a Lorenzo Peritore di Licata a Federico Guastella di Ragusa e a Giuseppe Cannata di Ribera, rispettivamente, vincitori delle sezioni poesia in lingua a tema libero, in dialetto a tema libero, in lingua sul tema della pace e in dialetto sul tema della pace.

Altri riconoscimenti sono andati a Rosa Garrisi di Palermo, Ignazio e Mangiaracina di Santa Margherita Belice,  Rosa Vindigni di Palermo, Pietro Catalano di Roma, Giuseppe Sammartano di Paternò, Giuseppe Tamburello di Ribera, Salvatore D’Aprano di Castelfiore. La manifestazione è stata chiusa da un momento conviviale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento