Controlli alla filiera ittica, sequestrati 150 chili di pesce ed elevate multe da 4mila euro

Controlli della Guardia costiera nel territorio di Licata, Palma, Campobello, Canicattì e Butera

Foto d'archivio

Controlli della Guardia costiera sulla filiera ittica nel territorio di Licata, Palma, Campobello, Canicattì e Butera. I militari hanno riscontrato alcune irregolarità soprattutto riconducibili alle norme sulla tracciabilità. L'ammontare complessivo delle sanzioni elevate è di 4mila euro, insieme a circa 150 mila chili di pesce sequestrato e poi donato ad enti di beneficenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Particolare attenzione - fanno sapere dal Circomare - è stata rivolta alla pesca illegale ed alla commercializzazione del novellame, associato al rispetto delle norme relative alla commercializzazione di prodotti ittici negli esercizi commerciali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento