"Scafista per necessità": assolto un senegalese che guidò la barca fino a Lampedusa

Era stato accusato d'aver trasportato, in concorso con un altro senegalese, 37 immigrati dalla Libia fino alla più grande delle isole Pelagie

(foto ARCHIVIO)

Il primo collegio della seconda sezione penale del tribunale di Agrigento ha assolto il senegalese Abass Sarr Papa che era stato accusato d'aver trasportato, in concorso con un altro senegalese, 37 immigrati dalla Libia fino a Lampedusa. Accadde il 5 settembre del 2017. L'altro senegalese è stato già condannato con il rito abbreviato. Abass Sarr Papa è stato, invece, accogliendo le tesi dell'avvocato di fiducia Antonio Pecoraro, assolto. Ne è stata ordinata, naturalmente, l'immediata scarcerazione. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il senegalese è stato assolto perché "scafista di necessità": costretto cioè a condurre il barcone pur di arrivare alla prima terraferma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento