Racalmuto, ecco la nuova chiesa: entro il 2019 l'apertura al pubblico

Conclusi i lavori, l'arciprete Don Diego Martorana ringrazia l'Italkali per il sostegno per l'acquisto degli arredi

La nuova chiesa di Racalmuto

A Racalmuto si sono conclusi i lavori di realizzazione del complesso parrocchiale “Gesù Maestro”. La nuova chiesa sorge in contrada Piedi di Zichi, in una zona abitata del paese, in un vasto appezzamento di terreno donato più di dieci anni fa da Giuseppe Nalbone, Giuseppe Romano e dagli eredi Burruano.

L'opera, realizzata con fondi CEI per il 75%, è stata realizzata dall'impresa “Civiessesrl” di Aragona. “Il complesso parrocchiale non è soltanto un edificio di culto – commenta l'arciprete don Diego Martorana – ma un insieme di ambienti comprendenti chiesa, cappella feriale indipendente, casa canonica e tanti spazi che saranno a disposizione della Comunità per la crescita morale e spirituale. Una grande casa aperta alle famiglie, ai ragazzi, ai giovani, agli anziani”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Finita la struttura, sono già state consegnate anche le opere d'arte, una nuova visione dell'evangelizzazione vista, appunto, in chiave contemporanea. Ma nell'importo finanziato non erano previsti arredi, banchi, sedie, campane e organo e la sistemazione dell'area esterna. “Proprio in questi giorni – annuncia Padre Martorana - l'Italkali ha predisposto l'acquisto dei banchi, realizzati con materiale italiano e di grande manifattura, dell'armadio per la sacrestia e dell'organo liturgico". L'apertura è prevista entro il 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento