Mostre di maschere tradizionali, Manno: "Realizzati quattordici abiti"

L’obiettivo è quello di valorizzare i tipici costumi carnevaleschi ormai in disuso e poco conosciuti tra i giovani di oggi

Anche l’esposizione en plen air delle maschere tradizionali italiane realizzate dagli artisti Paolo Manno e Giuseppe Morreale tra le iniziative promosse nell’ambito del carnevale di Montevago 2019. L’obiettivo è quello di valorizzare i tipici costumi carnevaleschi ormai in disuso e poco conosciuti tra i giovani di oggi. 

“Abbiamo riproposto – spiega Paolo Manno - le vecchie maschere tradizionali di una volta di diverse regioni italiane soprattutto per farle conoscere ai giovani d’oggi che non le conoscono più. E’ un modo per valorizzare la tradizione e tramandarla alle giovani generazioni attraverso l’arte e alcuni dei simboli del nostro patrimonio culturale. Abbiamo realizzato 14 maschere, tra le più significative, come Pulcinella, Arlecchino, Peppe Nappa, Colombina, Pierrot e via dicendo. Le opere, esposte lungo il viale XV gennaio, sono realizzate in fenolico, un multistrato marino resistente all’acqua e all’umidità, poi sono stati trattati con smalti all’acqua per esterno".

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento