Mostre di maschere tradizionali, Manno: "Realizzati quattordici abiti"

L’obiettivo è quello di valorizzare i tipici costumi carnevaleschi ormai in disuso e poco conosciuti tra i giovani di oggi

Anche l’esposizione en plen air delle maschere tradizionali italiane realizzate dagli artisti Paolo Manno e Giuseppe Morreale tra le iniziative promosse nell’ambito del carnevale di Montevago 2019. L’obiettivo è quello di valorizzare i tipici costumi carnevaleschi ormai in disuso e poco conosciuti tra i giovani di oggi. 

“Abbiamo riproposto – spiega Paolo Manno - le vecchie maschere tradizionali di una volta di diverse regioni italiane soprattutto per farle conoscere ai giovani d’oggi che non le conoscono più. E’ un modo per valorizzare la tradizione e tramandarla alle giovani generazioni attraverso l’arte e alcuni dei simboli del nostro patrimonio culturale. Abbiamo realizzato 14 maschere, tra le più significative, come Pulcinella, Arlecchino, Peppe Nappa, Colombina, Pierrot e via dicendo. Le opere, esposte lungo il viale XV gennaio, sono realizzate in fenolico, un multistrato marino resistente all’acqua e all’umidità, poi sono stati trattati con smalti all’acqua per esterno".

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Calorie, proprietà e utilizzi delle ciliegie

  • Tipe da spiaggia: cosa mi metto?

I più letti della settimana

  • L'incidente di Caltabellotta si trasforma in tragedia: è morto il 22enne di Lucca Sicula

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Si ribalta il trattore e un uomo resta incastrato: il 60enne non è in pericolo di vita

  • Scontro fra auto in galleria nella statale 115: feriti i due conducenti

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento