Lampedusa, contrada Imbriacola torna a respirare: al via la rimozione della maxi discarica

Il sindaco: "Trattandosi di un terreno che era stato posto sotto sequestro abbiamo dovuto attendere una serie di autorizzazioni prima di avviare la bonifica, ma adesso finalmente ci siamo"

Sono partiti questa mattina i lavori di bonifica della discarica abusiva sequestrata dalla Procura della Repubblica di Agrigento in contrada Imbriacola, a Lampedusa. Un'area dove, negli anni, sono state accumulate oltre 150 carcasse fra auto, moto e materiale ferroso. "Abbiamo iniziato a ripulire l’area che presto tornerà a respirare" - ha detto il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello - . "Trattandosi di un terreno che era stato posto sotto sequestro abbiamo dovuto attendere una serie di autorizzazioni prima di avviare la bonifica, ma adesso finalmente ci siamo: presto - ha concluso il sindaco - potremo restituire un altro spazio verde alla nostra isola ed alla nostra comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento