L'appello di don Marco: "Strade come cimiteri, politici facciano qualcosa"

Il parroco: ""Gli incidenti stradali? E’ un argomento che mi tocca da uomo, da prete e da cittadino"

“Basta morti innocenti”. A parlare è don Marco Damanti parroco della chiesta “Pietro e Paolo” di Favara. Un prete di mille battaglie e da sempre impegnato in prima linea.

“Abbiamo le strade peggiori di quelle del terzo mondo”. Questo l’appello del parroco al quotidiano La Sicilia e rivolto alla classe politica: “Gli incidenti stradali? E’ un argomento che mi tocca da uomo, da prete e da cittadino. Dopo gli scontri mortali i politici hanno detto delle frasi fatte. Parlare dopo la disgrazia non ha senso. Queste arterie sono inadatte da anni. Se facciamo una verifica le nostre strade sono diventati cimiteri, quante croci per ricordare. I lavori dell’Anas dura una vita, come la Caltanissetta – Agrigento. Paghiamo le tasse per cosa? Chi prende i soldi? La politica deve intervenire, basta morti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento